Marco Tringali
No Comments

Crisi Atalanta: via Colantuono, c’è Reja

Con un comunicato emesso in mattinata dal sito ufficiale, la dirigenza atalantina dà il benservito a Colantuono e affida le speranze di salvezza a Edy Reja

Crisi Atalanta: via Colantuono, c’è Reja
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Stefano Colantuono, alla guida dell'Atalanta dal 2010

Stefano Colantuono, alla guida dell’Atalanta dal 2010

Stefano Colantuono non è più l’allenatore dell’Atalanta. Con un comunicato emesso nella mattinata di oggi sul sito ufficiale della squadra, la società bergamasca ha sollevato il tecnico romano dalla guida tecnica della squadra e contemporaneamente ha ufficializzato l’assegnazione dell’incarico a Edy Reja. “La società – riporta il comunicato – esprime la propria profonda stima e gratitudine nei confronti di Colantuono in virtù della qualificata opera svolta negli ultimi cinque anni”.

PERIODO DIFFICILE- Gli ultimi risultati negativi conseguiti dalla società orobica hanno indotto la dirigenza ad imprimere una svolta per raddrizzare la rotta visto il quart’ultimo posto in classifica e il pessimo trend di risultati in campionato (5 sconfitte nelle ultime 6 gare). Con l’esonero di Colantuono salgono a 5 il numero delle panchine saltate nella massima serie, prima di lui lo stesso amaro destino era toccato alle panchine di Corini  (Chievo), Zeman (Cagliari), Mazzarri (Inter) e Bisoli (Cesena).

PASSATO LUMINOSO- L’allenatore romano  ha guidato ininterrottamente la formazione bergamasca dalla stagione 2010-11,  quando la squadra militava ancora nella serie cadetta. Protagonista di uno splendida cavalcata coronata da 22 vittorie la “Dea” approdò alla massima serie per rimanerci nelle stagioni a seguire, conquistando la salvezza senza patemi d’animo nelle tre stagioni successive. La stessa Atalanta –  la scorsa stagione – con un bottino di 50 punti ha conseguito l’undicesimo posto finale con ben 15 vittorie all’attivo.

TOH, CHI SI RIVEDE- A Bergamo quindi approderà Edy Reja –  allenatore goriziano –  che vanta al proprio attivo nel corso di una lunga carriera  ben  4  promozioni in serie A, oltre alla splendida esperienza di Napoli iniziata nel 2005 – con la formazione partenopea che allora militava in serie C –  e che grazie anche all’esperienza di Reja, riuscì addirittura ad approdare in soli 3 anni nella massima serie, tornando a calcare il palcoscenico della Europa League nella stagione 2008-2009. Nella carriera di Reja all’attivo anche una breve parentesi europea alla guida dell’Hajduk Spalato. Poi la travagliata esperienza alla guida della Lazio di Lotito , vissuta tra dissidi con la dirigenza, esoneri, ritorni e terminata con l’addio –  al termine dello scorso campionato –  dopo aver rilevato a Gennaio, Petkovic licenziato in tronco da Lotito per giusta causa.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *