Davide Terraneo
No Comments

Serie A, la lotta Champions è sempre più serrata

Dopo il ko del Napoli e le vittorie di Lazio e Fiorentina anche la Roma può rimanere immischiata nella battaglia per l'Europa che conta

Serie A, la lotta Champions è sempre più serrata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quattro squadre, due posti. E’ questa in sintesi la situazione in una Serie A sempre più equilibrata per quanto riguarda la lotta per la qualificazione alla prossima Champions League. Il clamoroso tonfo del Napoli contro il Torino di Ventura e le convincenti vittorie esterne di Lazio e Fiorentina a Reggio Emilia e Milano hanno confermato che il discorso è aperto a ben quattro formazioni, soprattutto se la Roma non dovesse fare bottino pieno nel big match di stasera. Analizziamo le reali possibilità di ogni compagine di partecipare alla prossima edizione della coppa europea più prestigiosa.

Kevin Strootman, grande assente del finale di stagione della Roma

Kevin Strootman, grande assente del finale della stagione di Serie A della Roma

ROMA 45% – I giallorossi hanno iniziato il 2015 con un pesante calo di rendimento e continuano a faticare. L’obiettivo scudetto rischia di essere definitivamente sfumato, e ora è meglio guardarsi le spalle per poter tentare di migliorare il risultato di questa stagione in campo internazionale. La sfida contro la Juventus potrebbe scacciare gli spettri solo nel caso di un successo che appare comunque poco probabile. In questo momento i tre punti di vantaggio sul Napoli e i cinque sulla Lazio non fanno dormire sonni tranquilli a Totti e compagni. Tuttavia la rosa a disposizione di Garcia è senza dubbio la migliore e la più completa. Strootman potrebbe avere terminato la sua stagione, ma una volta recuperati gli altri infortunati la Roma dovrebbe distanziare le altre pretendenti.

NAPOLI 20% – La sconfitta di Torino ridimensiona il piano dei partenopei, che potevano agganciare i giallorossi e invece si trovano solo con due punti di vantaggio sulla Lazio. L’attacco su cui può contare Benitez è stellare, con Higuain che in questo momento è probabilmente la prima punta migliore di tutta la Serie A e Gabbiadini che sta dimostrando di meritare una squadra di valore come quella azzurra. I problemi da risolvere sono però nel reparto difensivo, dove Koulibaly si concede ancora troppi errori (ieri il corner decisivo è nato da un suo sciagurato retropassaggio) e gli altri centrali non danno sicurezza. Con anche Rafael che sembra essere stato scartato, la lotta per il terzo posto deve passare dal ritrovamento di una lucidità difensiva che manca da tempo.

LAZIO 20% – I biancocelesti sono senza dubbio la rivelazione di questa Serie A: il successo per 3-o a Reggio Emilia, contro una delle piccole più ostiche di quest’edizione della Serie A, è una conferma di come i capitolini sono tra le forze del campionato. Il fatto di non avere un impegno europeo è un’arma importantissima per gli uomini di Pioli, che a differenza delle altre pretendenti possono concentrare le loro energie sul match del week end. L’esplosione di Felipe Anderson a livello altissimi e l’annata stellare di Mauri sono elementi fondamentali per la crescita di una formazione che può contare sull’esperienza di un bomber come Miroslav Klose. Peccato per l’infortunio di Djordjevic che toglie soluzioni nel reparto offensivo, ma l’imminente rientro di Lulic dovrebbe restituire una pedina chiave a Pioli. Da risolvere qualche problema difensivo: De Vrij non è sempre il giocatore che abbiamo ammirato al mondiale, e Mauricio non garantisce certezze.

FIORENTINA 15% – La squadra allenata da Montella, con il convincente successo a San Siro, si è portata a sole tre lunghezze dal Napoli, ed ha rilanciato la corsa alla Champions League. L’innesto di Salah si sta rivelando fondamentale per i viola, che hanno aggiunto alla rosa anche gli esperti Gilardino e Diamanti. Babacar sembra aver finalmente compiuto il passo per uscire dall’anonimato, e se anche Gomez dovesse risvegliarsi pure in Serie A (dove ha segnato solo due gol) l’attacco dei toscani potrebbe rivelarsi letale. Da valutare le condizioni di un centrocampo che cambia spesso i suoi elementi e la tenuta fisica dei giocatori, che dovranno rimanere impegnati su tre fronti. Con i ricambi che ci sono in ogni reparto l’impresa non è impossibile. Il ritorno di Rossi nel finale di stagione può essere decisivo. Montella dovrà essere bravo ad evitare che i suoi calino nei momenti decisivi, come successo nelle passate stagioni. La Champions non è poi così lontana da Firenze.

Il posticipo di stasera sarà un primo antipasto per valutare le possibilità della Roma, e di conseguenza anche delle altre tre squadre. L’intreccio Serie A-Europa League potrebbe dare risultati inaspettati, ma se per la lotta scudetto il discorso sembra chiuso, la battaglia per gli altri due posti Champions è tutta da vedere. Per la gioia degli sportivi italiani.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *