Connect with us

Juventus

Mercato Juve, per Jovetic servono 30 milioni. Ieri prima amichevole vinta 7-1

Pubblicato

|

CHATILLON (VALLE D’AOSTA),18 LUGLIO – Il calciomercato bianconero merita un voto alto, non c’è dubbio. Anche l’aria che si respira al ritiro di Chatillon, oltre che fresca, è idilliaca. Insomma, alla Juve da un anno a questa parte sta girando tutto a meraviglia. Ora anche sul capitolo delle trattative la Vecchia Signora è tornata a farla da padrona. Intanto, è arrivata la prima vittoria stagionale, in amichevole contro i dilettanti dell’ Aygreville( nella foto gli undici in campo dall’inizio).  Doppietta di Quagliarella, gol di Vucinic, Matri, Vidal, Boakye e Padovan. Ottime le prestazioni dei nuovi Leali ed Asamoha. Come si diceva, gira tutto a meraviglia. Tutto tranne Lucio, che a gara appena iniziata perde un pallone ribadito in rete da Turato, che difficilmente scorderà questo gol. Comunque sia, svarione che ci sta.

UN TOP A LOW COST Tornando al mercato, inutile dirlo, gira tutto intorno al top player. Arriva, non arriva. Sarà top economicamente, sarà top qualitativamente. I dubbi ci sono, com’è giusto che sia. Intanto sono arrivati due importanti indizi. Uno è rivelato dalle parola di Conte, che ha detto: ” Il top player non deve essere top economicamente, poichè non è detto che compri uno da 40 milioni e poi ti rende tanto. Il top player dev’essere top sul campo. Come ad esempio Vidal, che l’anno scorso abbiamo pagato da bass player e invece ha reso da top player“. A parte la colorita versione di bass player, il ragionamento fila che è un piacere. Anche se queste dichiarazioni escluderebbero automaticamente i vari Van Persie, Suarez e Cavani.

Altre importanti esternazioni sono arrivate da Marotta :” Van Persie, Suarez e simili sono giocatori che hanno una portata fuori non solo dalla portata della Juve ma anche da quella del calcio italiano”. Alla domanda su Jovetic il dg bianconero ha risposto:” Jovetic è un giocatore che corrisponde al prototipo del nostro mercato. Anche se la Fiorentina fa bene a tenerselo stretto”. Più o meno nello stesso momento il ds viola Pradè stabiliva il prezzo di Jo-Jo: 30 milioni senza contropartite. Insomma, la Juve vuole il montenegrino, la Fiorentina ha dichiarato il prezzo. Basta andare li con 30 milioni ed il gioco è fatto. Solo che il mercato non è sempre cosi semplice.

CEDERE E’ DURA  Uno degli ostacoli bianconeri in questo momento è il capitolo cessioni. Krasic, Felipe Melo, Iaquinta e Martinez sono  giocatori difficili da piazzare, a causa dell’alto ingaggio che percepiscono. Anzi, si può dire che le cessioni di Elia, Motta e quella imminente di Pazienza rappresentano di già operazioni eccezionali in uscita. E’ presto detto che, appena Marotta riuscirà a disfarsi di questi ingaggi pesanti, sferrerà l’assalto a Jovetic, col fatidico tesoretto da 30 milioni. Infine, affare Gabbiadini: mancano le firme e il ragazzo sarà della Juve, per essere girato in prestito al Bologna.

Antonio Fioretto

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending