Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: Okc vola senza i big, che sfida LeBron-Harden!

I Thunder liquidano i Lakers anche senza Durant e Westbrook, ma il vero show nella notte Nba va in scena a Houston. Ok Golden State, il Gallo non basta a Denver

Nba, i risultati della notte: Okc vola senza i big, che sfida LeBron-Harden!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Domenica di conferme in Nba, che nelle 8 partite disputate ha dato seguito ad alcune sensazioni dell’ultimo periodo. La rinascita dei Thunder, ad esempio, capaci di vincere – e convincere – a L.A. pur senza Durant e Westbrook. Continua anche il ritorno ad alti livelli di Danilo Gallinari, convincente ma non sufficiente per portare al successo Denver. Questi sono solo alcuni degli spunti, scopriamo insieme tutti i risultati della notte Nba.

NO KEVIN YES PARTY – Mancano Kevin Durant e Russell Westbrook a Okc, ma l’equazione non cambia. I Lakers vengono travolti,

James Harden, leader degli Houston Rockets.

James Harden, leader degli Houston Rockets.

nonostante le 3 vittorie consecutive con le quali arrivavano alla sfida coi Thunder, dalla fisicità sotto canestro degli uomini di Brooks. Kanter è sempre più calato nella parte, mentre Ibaka continua a confermare la sua ottima stagione. I Lakers provano a rimontare con un Lin da 14 punti nell’ultima frazione, ma non basta, finisce 101-108. Così come Okc, anche New Orleans si scopre capace di vincere anche senza la sua stella più grande. Anthony Davis è ai box, ma i Pelicans escono comunque dal Colorado con una W preziosissima in chiave Playoff. I Denver Nuggets sono sempre preda dei propri limiti offensivi, e i 21 punti di un ritrovato Gallinari non sono abbastanza per avere la meglio sulla voglia di Evans e compagni, che si impongono 92-99.  Non va meglio all’altro azzurro impegnato – sulla carta – nella notte. Gigi Datome rimane tutta la partita in panchina, ad osservare i suoi Celtics provare a compiere l’impresa contro Golden State. Boston tocca anche il +26 prima di subire la rimonta firmata, ovviamente, Steph Curry (37 punti e 5 assist). Isaiah Thomas trascina la franchigia del New England per tutto il match, ma fallisce il tiro del possibile aggancio finale. Alla sirena è 101-106 Golden State. Epica, infine, la sfida a suon di punti tra LeBron James e James Harden. Il “Prescelto” sbaglia due liberi pesantissimi sul finire del secondo supplementare, dopo una battaglia dal deciso sapore di Playoff. Vince Houston 103-105, ma Cleveland ha davvero poco da incolparsi.

LE ALTRE – Damian Lillard diventa il giocatore con più triple a segno nei suoi primi 3 anni Nba, e la festa è completa grazie al successo di Portland in casa di una splendida Sacramento. I Kings vanno sotto, rimontano ma non riescono a chiudere, finendo con l’essere battuti 109-110. Più semplice il successo di Indiana – grazie a un Hibbert perfetto – su Philadelphia (94-74), mentre Charlotte continua a sognare un piazzamento Playoff, dopo la vittoria (83-98) in casa degli Orlando Magic. Per chiudere, successo per i Los Angeles Clipper, i quali danno 10 punti ai Chicago Bulls (96-86).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *