Antonio Casu
No Comments

Manenti, chi te l’ha fatto fare?

Parma acquistato con un euro, senza un euro. Perché?

Manenti, chi te l’ha fatto fare?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“Non penso che la città si meriti questa persona”. L’ultimo atto del surreale caso Parma si può riassumere attraverso le parole di Federico Pizzarotti, sindaco della città ducale, che non considera credibile un interlocutore come Giampietro Manenti. Già, Manenti. Ha acquistato una società fortemente indebitata con un euro, senza averne altri in tasca. Concedersi un caffè sarebbe stata una scelta molto più saggia. Ed invece no, ha optato per l’acquisto di un club di Serie A. Perché? Non è dato saperlo. Manenti, presentatosi da salvatore della patria, esce di scena scortato e con l’epiteto del bluffatore. Ha promesso senza poterlo fare, ha preso in giro stampa e tifosi, ha garantito la sopravvivenza di una società dalla nobile storia ma non ha nemmeno i soldi per la benzina dell’auto. Che senso ha impelagarsi in una palude, rischiando coinvolgimenti di natura penale, costruendo un castello di bonifici in bianco? Semplice pazzia o qualcosa bolle in pentola? Non è dato saperlo, ancora una volta. Quella di Parma è la storia di una squadra capace di conquistare l’Europa e affondare dopo pochi mesi. Perché? Nessuno lo sa. O forse sì, ma nessuno vuole parlare. Domani, intanto, i calciatori ducali sciopereranno ed il pallone resterà ancora una volta in mano all’arbitro, continuando a falsare  un intero campionato. Se Manenti avesse bevuto un caffè in più, il Parma sarebbe comunque fallito, ma si sarebbe evitata una farsa senza precedenti. Non se lo meritavano.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *