Kevin Brunetti
No Comments

Nba, i risultati della notte: bene Atlanta, tutti gli italiani in campo!

Per la prima volta in questa stagione Nba sono scesi in campo assieme Belinelli, Bargnani, Datome e Gallinari, e per una notte l'Italia può sorridere

Nba, i risultati della notte: bene Atlanta, tutti gli italiani in campo!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La notte Nba appena conclusa ha senz’altro portato un sorriso sulle labbra di tutta l’Italia del basket, per la prima volta stagionale infatti sono scesi in campo assieme tutti e quattro gli italiani: Datome, Belinelli, Gallinari e Bargnani. Per il “Mago” 26′ contro i Celtics con 17 punti realizzati con un 5/13 al tiro, 6 rimbalzi e 2 stoppate. Tra le fila dei Celtics si trovava il nostro Gigi Datome, per lui solo 3′ con 0/2 al tiro, l’incubo non è ancora finito. Bene il Gallo con 20 punti e 7 rimbalzi, così come Beli con 9 punti in 21′. 

EASTERN CONFERENCE – Vittoriosi i Celtics di Datome, anche se con un contributo nullo dall’italiano, la franchigia di Boston ha battuto i Knicks 115-94 grazie alla prima tripla doppia in carriera di un’ottimo Evan Turner. Come prevedibile bene anche Atlanta, gli Hawks hanno battuto 104-87 Dallas con la solita prova di forza collettiva, da sottolineare la prestazione di Schroeder dalla panchina con 17 punti. Escono con la vittoria anche gli Heat che con un ritrovato Wade hanno battuto gli Orlando Magic di misura per 93-90, bene Whiteside e lo stesso Wade mentre per Orlando molto bene Vucevic e Oladipo. Vincono a sorpresa gli Hornets nella tana dei Bulls, Charlotte si è imposta 98-86, e adesso Chicago trema, senza Rose fuori per l’ennesimo infortunio al ginocchio, i sogni di portare a casa un titolo sono svaniti? Infine bene Milwaukee, i Bucks ottengono la W contro i modesti Sixers per 104-88, buona prova di Middleton e Zaza Pachulia.

WESTERN CONFERENCE – Il risultato a sorpresa arriva da Minnesota dove i Timberwolves si sono imposti 97-77 su Washington, Wizards che senza Beal e Pierce sembrano una squadra completamente involuta e diversa da quella tanto ammirata fino a qualche partita fa. Sorprende anche Sacramento che nonostante una prestazione nella norma di Cousins riesce a stendere 102-90 i Grizzlies, mentre sempre a sorpresa, i Lakers vincono 100-97 nella tana dei Jazz apparsi in grande spolvero due giorni fa contro San Antonio. A proposito degli Spurs, ancora una sconfitta per i ragazzi di Popovich che si sono dovuti arrendere 111-95 a Portland, niente da fare contro un Wesley Matthews da 31 punti. Decisivo anche James Harden nella vittoria 110-105 dei Rockets sui Clippers, 21 punti e 10 assist per il “Barba”, inutili i 22 punti e 19 rimbalzi del solito straripante DeAndre Jordan. Per concludere bene anche Pelicans e Suns, i primi senza Davis hanno strappato la W per 102-96 contro Brooklyn, i secondi, orfani di Dragic e Thomas, hanno vinto 110-96 contro i Nuggets del nostro Gallinari.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *