Simone Viscardi
No Comments

Pagelle City-Barcellona 1-2: il Conte Suarez azzanna Pellegrini

Una doppietta dell'uruguayano indirizza la qualificazione verso il Barcellona. City schiacciato dal tiki-taka blaugrana, e tenuto in piedi da Hart e dal Kun Aguero

Pagelle City-Barcellona 1-2: il Conte Suarez azzanna Pellegrini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Barcellona si aggiudica il primo round nella supersfida degli ottavi di finale di Champions contro il Manchester City. I catalani passano all’Etihad Stadium grazie all’ottima prestazione di Luis Suarez, autore di una doppietta. Quando l’uruguayano sente odore di Inghilterra si scatena, sempre. Padroni di casa dominati per lunghi tratti, e salvati da uno strepitoso Hart. Il Kun Aguero rende meno complicata la rimonta da tentare al Camp Nou, mentre nel finale è ancora il portierone a tenere in piedi i Citizens, parando un rigore in pieno recupero a Leo Messi. Ecco i voti dei protagonisti:

TOP&FLOP MANCHESTER CITY

HART voto 7,5 – Rianima un City appeso a un filo sottilissimo. Nella prima frazione evita il tracollo tuffandosi tra le gambe degli avversari, all’ultimo istante ipnotizza la Pulce – PROVVIDENZIALE

Sergio Aguero, Manchester City.

Sergio Aguero, Manchester Ci

AGUERO voto 7 – El Kun sbaglia raramente quando il match è importante. I compagni pensano principalmente a non prenderle, così lui deve fare tutto da solo, spedendo alle spalle di Ter Stegen il pallone che rende meno proibitivo il ritorno – TIMBRATORE

SILVA voto 6 – Cerca di fare una cosa sconosciuta a quasi tutti gli SkyBlue scesi in campo stasera: giocare a calcio. Spesso predica nel deserto, ma almeno ci prova – BATTISTA

NASRI voto 5 – Svagato, mai nel vivo, sempre con quell’aria di sufficienza che irriterebbe anche un monaco tibetano. Poi si lamenta se viene escluso sistematicamente dalla Nazionale – TWITTATORE

CLICHY voto 4,5 – Con il suo rosso scendono i titoli di coda sulle velleità del City. In partite come questa certe ingenuità andrebbero evitate, e l’esperienza (anche in campo internazionale) non gli manca di certo – SCIAGURATO

ZABALETA voto 4 – Jordi Alba è un brutto cliente, ma se si paragonasse questa partita a una gara di moto potremmo dire che il terzino del Barça è una Honda MotoGp, mentre lui un Ciao. Causa anche il penalty del possibile  1 a 3 – ASFALTATO

TOP&FLOP BARCELLONA

SUAREZ voto 8 – La cara, vecchia Albione deve fargli benissimo. Morde (in senso positivo) come solo lui sa fare, azzannando alla giugulare partita e doppio confronto. Doppietta pesantissima, di quelle che indirizzano la qualificazione – DRACULA 

BUSQUETS voto 7 – Detta le giocate in mediana come ai tempi belli di Guardiola, facendola girare che è un piacere. Passaggi semplici, ma efficaci e funzionali per tutte le occasioni degli ospiti – METRONOMO

RAKITIC voto 7 – Meno preciso del solito quando cerca la via della rete, ma che spettacolo in certi frangenti. Si inserisce con tempi perfetti, presidiando al tempo stesso la zona di competenza. Non sarà Xavi, ma può andare benissimo – COMPLETO

MESSI voto 6,5 – Mezzo punto in meno per il rigore – parato da Hart – che avrebbe richiuso il discorso qualificazione. Come dice De Gregori “Non è da questi particolari che si giudica un giocatore”, piuttosto da notare come entri in entrambe le reti blaugrana – PREZZEMOLO

NEYMAR voto 6 – Meno appariscente rispetto ai compagni di reparto, cerca la giocata ma senza incidere. La sensazione è che quando i riflettori non sono tutti per lui tenda troppo a defilarsi – PRIMADONNA

TER STEGEN voto 5,5 – Non sicurissimo in presa, ancora non del tutto calato nel ruolo di estremo difensore di una delle migliori squadre al mondo. Si farà, in ogni caso – CRESCITA

PAGELLE NUMERICHE MANCHESTER CITY-BARCELLONA 1-2

MANCHESTER CITY (4-4-2): Hart 7.5 ; Zabaleta 4, Kompany 5, Demichelis 5,5, Clichy 4,5; David Silva 6 (dal 33′ s.t. Sagna SV), Fernando 5, Milner 5,5, Nasri 5 (dal 17′ s.t. Fernandinho 6); Dzeko 5,5 (dal 23′ s.t. Bony 5), Aguero 7. All. Pellegrini 5.
BARCELLONA (4-3-3):
Ter Stegen 5,5; Daniel Alves 6 (dal 29′ s.t. Adriano SV), Piqué 6,5, Mascherano 6, Alba 6,5; Rakitic 7 (dal 26′ s.t. Mathieu 6), Busquets 7, Iniesta 6,5; Messi 6,5, Suarez 8, Neymar 6 (dal 35′ s.t. Pedro SV). All. Luis Enrique 7.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *