Jacopo Bertone
No Comments

La corsa all’argento: chi la spunterà tra Roma e Napoli?

Gli uomini di Benitez si avvicinano ulteriormente alla Roma, la quale si ritrova a dover difendere un secondo posto in cassaforte fino a poche settimane fa, ma che oggi non lo è più

La corsa all’argento: chi la spunterà tra Roma e Napoli?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il successo contro il Sassuolo ha portato il Napoli a quota 45, il che vuol dire -3 dalla Roma, squadra alle prese con una forte crisi d’identità che dovrà fare i conti con un gruppo agguerrito e galvanizzato dai recenti risultati positivi: la corsa al secondo posto è ufficialmente partita, chi vincerà?

de sanctis roma neto

Morgan De Sanctis, ex-Napoli ora in forza alla Roma

IL PRESENTE – I ragazzi di Garcia hanno totalizzato 12 punti nel 2015, frutto di 2 vittorie e 6 pareggi, mentre i partenopei ne hanno conquistati 18 con ben 6 vittorie e 2 sconfitte, questi dati fotografano molto bene le due contendenti: la Roma è nel momento peggiore della sua stagione, ha dovuto fare i conti con l’assenza di Gervinho per molto tempo e sembra essere incappata in quelle “difficoltà ambientali” che ciclicamente affliggono le squadre della capitale, mentre il Napoli ha ben sfruttato l’onda positiva della Supercoppa e ha vinto una serie di partite molto importanti che l’hanno issato a ridosso dei giallorossi, abituati a tenere lo sguardo rivolto all’orizzonte, ma che adesso dovranno inevitabilmente dare un’occhiata alle retrovie per non rischiare di venire superati.

Le due compagini sono impegnate anche in Europa League, con la Roma che dovrà giocarsi la qualificazione al ritorno (complicato) contro il Feyenoord e il Napoli già virtualmente qualificato dopo la goleada di Trebisonda, oltre che in piena corsa per la conquista della finale di Coppa Italia. Oggi la lotta all’argento vede favorito il Ciuccio rispetto alla Lupa per una questione di inerzia e di proiezioni matematiche, domani…

IL FUTURO – E’ lecito aspettarsi una ripresa di Totti & Co. , obiettivamente troppo brutti per essere veri nelle ultime uscite e che con il recupero della freccia ivoriana e del connazionale Doumbia, elemento di indubbio valore che ha bisogno di tempo per ambientarsi, verosimilmente ritroveranno lo smalto perduto ; all’ombra del Vesuvio potrebbero fare i conti con un calo fisico dovuto allo sforzo di queste settimane e soprattutto al cammino nelle Coppe che si spera sia il più lungo possibile per il bene del calcio italiano, invece quello della Roma potrebbe essere più breve del previsto. Sarà fondamentale l’apporto delle due tifoserie, tanto calde quanto umorali e qui si vedrà veramente di che pasta è fatto l’allenatore francese, finito recentemente nel mirino del proprio pubblico anche se non è da escludere che con qualche vittoria importante (la prossima giornata arriva la Juve all’Olimpico) possa riportare la chiesa al centro del villaggio (cit.). Lo scontro diretto sarà il 4 Aprile e si preannuncia rovente come ogni Derby del Sud che si rispetti, soprattutto perchè questa volta sarà decisivo per l’accesso diretto alla prossima Champions League e il contemporaneo incasso di “qualche soldino” da investire nel mercato estivo per poter competere per l’oro in un futuro che rimane più che mai incerto.

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *