Matteo Masum
No Comments

Roma, pronostico rispettato: con il Verona finisce 1-1

Non basta un grande Totti, la squadra di Garcia pareggia ancora e dice addio allo scudetto

Roma, pronostico rispettato: con il Verona finisce 1-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gervinho contrastato da Halfreddson: l'ivoriano oggi ha disputato una prova non sufficiente

Gervinho contrastato da Halfreddson: l’ivoriano oggi ha disputato una prova non sufficiente

Niente da fare, la Roma non riesce a vincere nemmeno stavolta, contro un Verona da tempo in crisi di risultati. Ennesimo pareggio, ancora una volta con il punteggio di 1-1, per gli uomini di Rudi Garcia, che ormai non possono far altro che attendere un imminente sorpasso da parte del Napoli, sperando che Lazio e Fiorentina non continuino con la loro marcia a tappe forzate, altrimenti addio anche alla Champions League nella prossima stagione.

LA PARTITA- Il primo tempo della Roma era stato più che discreto, con un possesso palla meno stucchevole del solito, ed un pressing che non consentiva al Verona di uscire dalla propria metà campo. La prima occasione arriva al 10′, con un gran sinistro di Nainggolan dalla distanza, deviato in corner da Benussi. Due minuti dopo Ljajic, servito da Pjanic, ha una buona chance, ma il suo tiro è centrale e facilmente contenuto dall’estremo difensore del Verona. Il gol che sblocca l’incontro lo firma Totti, al 26′, con un siluro di destro dai 25 metri. I padroni di casa reagiscono, ed alla prima occasione trovano il pari, grazie ad un colpo di testa di Jankovic deviato da Keita. Nel finale della prima frazione di gioco, Ljajic centra una traversa su calcio di punizione. Nel secondo tempo succede davvero poco, ed è il Verona a sfiorare il colpaccio, con un tiro a botta sicura di Halfreddson respinto miracolosamente sulla linea da Torosidis. La Roma tiene il possesso palla per tutta la ripresa, ma arriva al tiro solo con due tentativi, disinnescati senza problemi da Benussi, da fuori di Nainggolan.

COMMENTO- Ottimo punto per il Verona, che respira in classifica e ne guadagna dal punto di vista del morale. Certo, la squadra non sta vivendo un grande momento, ma questi risultati consentono di lavorare con maggiore serenità. Male, malissimo la Roma, che dice definitivamente addio ai sogni scudetto e, come detto, sembra destinata  a subire il sorpasso da parte del Napoli. Buoni i segnali nel primo tempo, mentre nella ripresa si è rivista la solita Roma, lenta e priva di idee. Alcuni giocatori, come Pjanic e Gervinho, hanno disputatato una pessima partita.

TABELLINO- Verona (4-3-3): Benussi; Pisano, Marquez, Moras, Brivio; Ionita (dal 70′ Greco), Tachtsidis, Halfreddson; J.Gomez (dall’84’ Lazaros), Toni, Jankovic (dal 69′ Obbadi). All. Mandorlini

Roma (4-3-3): De Sanctis; Florenzi (dal 40′ Torosidis), Manolas, Astori, Cole; Nainggolan, Keita, Pjanic (dall’83’ Verde); Ljajic, Totti (dal 66′ Doumbia), Gervinho. All. Garcia

Ammoniti: Jankovic e Juanito per il Verona, Cole, Manolas e Nainggolan per la Roma

Reti: 26′ Totti (R), 38′ Jankovic (V)

TOP E FLOP

Top

Totti 7- Nelle ultime settimane sono arrivate, anche da parte dei tifosi giallorossi, parecchie critiche nei confronti del capitano, che oggi, tuttavia, ha zittito tutti con un gran gol ed una grande prestazione. E’ e resta l’anima di una Roma ferita.

Nainggolan 6,5- Ennesima prestazione sopra le righe da parte del Ninja giallorosso, unico, nel centrocampo di Garcia, a correre per tutti i 90 minuti. Va vicino al gol con un bel tiro dalla distanza.

Halfreddson 6,5- Lotta, sbaglia molto, ma recupera anche tantissimi palloni, andando a tappare i pochi buchi che la mediana veronese concede alla Roma. Torosidis gli nega la rete che avrebbe regalato probabilmente tre punti agli scaligeri.

Flop

Gervinho 4- Non è ancora minimamente in condizione (come del resto Doumbia), nonostante la buona prova contro il Feyenoord. Non riesce quasi mai a saltare l’uomo, ed in questa Roma lenta e senza idee si tratta di un handicap significativo.

Pjanic 4- Ad ogni partita che passa, il bosniaco perde di valore. A Garcia, ed alla Roma, converrebbe tenerlo fuori fino a fine stagione, così magari riesce a venderlo ad un prezzo più alto rispetto a quanto accadrebbe se Liverpool e co. continuassero ad assistere alle vergognose prestazioni del “Pianista”

Brivio 5- Partita tutta in difesa, si limita a resistere, nemmeno tanto bene, alle avanzate di Florenzi e Ljajic.

PAGELLE NUMERICHE DI VERONA-ROMA 1-1

Verona: Benussi 6; Pisano 6, Marquez 6, Moras 6, Pisano 5; Ionita 5,5 (dal 70′ Greco 6), Tachtsidis 6, Halfreddson 6,5; Gomez 5 (dall’84’ Lazaros s.v.), Toni 6, Jankovic 6 (dal 69′ Obbadi 6). All. Mandorlini 6

Roma: De Sanctis 6; Florenzi 6,5 (dal 40′ Torosidis 6,5), Manolas 6, Astori 6, Cole 6; Nainggolan 6,5, Keita 6,5, Pjanic 4 (dall’84’ Verde s.v.); Ljajic 6, Totti 7 (dal 66′ Doumbia 5), Gervinho 4. All. Rudi Garcia 5

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *