Connect with us

Football

Serie B, 27^ giornata: il Bari torna a vincere, battuto il Lanciano 2-0

Pubblicato

|

Serie B, 27^ giornata: il Bari torna a vincere, battuto il Lanciano 2-0

Dopo la sconfitta casalinga di sette giorni fa il Bari torna al “San Nicola” per ritrovare un successo che manca dal 30 gennaio scorso (4-0 contro il Frosinone) e lo fa affrontando i rossoneri del Lanciano, squadra che quest’anno “vanta” il maggior numero di pareggi nel torneo cadetto. I galletti partono con un solo imperativo, quello di vincere per non vedere allontanarsi troppo l’ottavo posto che vale i play-off e alla vigilia della gara occupato proprio dagli undici allenati da Roberto D’Aversa. Le due squadre sono scese in campo utilizzando lo stesso modulo, cioè il 4-3-3, di seguito riportiamo le scelte effettuate dai due tecnici. Il Bari, che deve fare a meno di Defendi e De Luca (influenzato), si schiera con Guarna in porta, Sabelli, Contini, Rinaudo, Caldirola in difesa; Schiattarella, Donati e Bellomo a centrocampo; Galano, Ebagua e Boateng il trio d’attacco. Il Lanciano risponde con Aridità in porta; Aquilanti, Amenta, Troest e capitan Mammarella in difesa; Di Cecco, Vastola, Bacinovic in mezzo al campo; Thiam, Monachello e Gatto in attacco.

LA CRONACA – Avvio di gara sprint con il Bari che ha subito una chance dopo due minuti ma il calcio a due in area battuto da Ebagua ha esito negativo, poco dopo ci prova Gatto ma la sua rasoiata termina fuori. Il primo tempo sembra proseguire su ritmi lenti e compassati fino alla mezz’ora quando il trio d’attacco biancorosso costruisce la rete del vantaggio (32′) siglata dal numero dieci Cristian Galano su ottimo assist di Kingsley Boateng. Poco dopo, al 37′, in seguito ad un’azione d’angolo è Massimo Donati a battere di nuovo Aridità e portare i suoi sul risultato di 2-0.
La ripresa inizia così come era stata la prima parte di gara, gli ospiti pur sotto di due reti non riescono a costruire palle gol e impensierire Guarna, ciò che si contano sono invece i gialli a favore dei frentani, ben tre in successione: Thiam, Bacinovic e Grossi. Nemmeno i cambi operati da D’Aversa riescono a sbloccare la gara, ben controllata dal Bari fino al fischio finale. Entrambe le formazioni hanno comunque chiuso in dieci uomini per le espulsioni di Grossi per il Lanciano all’83’ e Schiattarella per il Bari al 91′, entrambi per doppia ammonizione. I pugliesi salgono così a quota 33 punti e agguantano Pescara, Pro Vercelli e Trapani; il Lanciano rimane invece fermo a quota 37.

Roberto Cusimano

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending