Gianpiero Farina
No Comments

Verso Lazio-Palermo: conferenze e probabili formazioni

Domani pomeriggio all'Olimpico una sfida dal profumo d'Europa

Verso Lazio-Palermo: conferenze e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Domani alle ore 15 allo Stadio Olimpico di Roma andrà in scena Lazio-Palermo, sfida dal profumo d’ Europa. I biancocelesti cercano conferme dopo i tre punti conquistati sul campo dell’Udinese mentre i siciliani viaggiano sulle ali dell’entusiasmo dopo il convincente successo sul Napoli.

QUI LAZIO – Basta out a causa della febbre. E’ questa la principale notizia che arriva da Formello alla vigilia di Lazio Palermo. A confermarlo lo stesso Pioli in conferenza: “Purtroppo non sarà a disposizione domani”. Al suo posto spazio a Cavanda che completerà il quartetto difensivo davanti a Marchetti composto da Radu, De Vrij e Mauricio. Il difensore ex Sporting  Lisbona sarà ancora una volta preferito a Lorik Cana: “Ha caratteristiche importanti e si sta dimostrando un difensore solido. E poi si sta integrando bene”. A centrocampo Biglia e Parolo sono intoccabili. Ancora una volta ballottaggio tra Cataldi e Onazi, con il romano leggermente favorito. Ecco il pensiero del tecnico biancoceleste sui due giocatori: “Sono due centrocampisti abbastanza completi che danno aggressività e inserimenti. Cataldi può dare più precisione a livello tecnico mentre è più pronto dal punto di vista fisico. Scelgo sempre in base alle caratteristiche dell’avversario”. In attacco, vista la squalifica di Anderson e l’indisponibilità di Djordjevic, il tridente sarà formato da Mauri, Klose e Candreva. Infine Pioli concede una battuta sugli avversari: “Il Palermo sta bene in campo e ha giocatori di qualità davanti. E’ una neopromossa e quindi è una rivelazione importante”.

Alla viglia di Lazio-Palermo Iachini parla di obiettivo salvezza per i rosanero.

Alla viglia di Lazio-Palermo Iachini parla di obiettivo salvezza per i rosanero

QUI PALERMO – Lazio-Palermo sfida per l’Europa? Iachini non è d’accordo e continua a volare basso: “Dobbiamo raggiungere prima la salvezza. Poi una volta raggiunta possiamo pensare a lottare per qualcos’altro”. Un pensiero sulla partita d’andata persa immeritatamente 4-0: “L’andata ci ha lasciato delle sensazioni positive per gli applausi ricevuti nonostante la sonora sconfitta. Meritavamo sicuramente di più”. Per il mister rosanero pochi problemi di formazioni visto che gli unici indisponibili saranno Maresca e lo squalificato Rigoni. Davanti a Sorrentino spazio a Terzi, Gonzalez e Andelkovic. A centrocampo dovrebbero esserci Morganellla, Bolzoni, Jajalo, Barreto e Lazaar. E in conferenza l’allenatore ha parlato proprio di Barreto: “Sarà il capitano. Decido io ed è importante per il gruppo”. Infine due parole sui rivali e sul loro tecnico: “La Lazio è una squadra forte ed organizzata. Dovremo fare una grande partita. Giocano un buon calcio e sono bravi sulle palle inattive e nell’uno contro uno. Pioli? Lo conosco bene. Penso che a Palermo abbia avuto un po’ di sfortuna“.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *