Giuseppe Landi
No Comments

Verso Milan-Cesena: Inzaghi chiede spirito di sacrificio, Di Carlo è ottimista

I due tecnici si sono presentati nella classica conferenza stampa della vigilia

Verso Milan-Cesena: Inzaghi chiede spirito di sacrificio, Di Carlo è ottimista
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Vigilia di campionato per Milan e Cesena, che domani scenderanno in campo a San Siro per uno dei match validi per la ventiquattresima giornata di Serie A.

“NON E’ UN PROBLEMA DI MODULI” – “Tutti noi milanisti abbiamo voglia di ripartire, abbiamo un’altra grande chance di giocare in casa e deve essere la partita della svolta – ha esordito Inzaghi in conferenza -. Alex? E’ da valutare, ieri con la maschera faceva un pò fatica a respirare, purtroppo in difesa siamo contati, vedremo nel pomeriggio se giocherà o meno”. Il tecnico rossonero pronto a varare il 4-3-1-2, ma lui ammette che non è questo il vero problema: “Il sistema di gioco non cambia nulla. Non penso sia un problema di numeri, ma di sacrificio. Dopo l’allenamento di oggi deciderò gli 11 giocatori più in forma”. E sul Cesena in grande condizione psico-fisica: “Nei momenti difficili tutto ti va storto. Il Cesena è nel suo momento migliore, ma noi siamo a San Siro e dobbiamo vincere. Siamo pronti, mi auguro che la mia squadra faccia vedere quello che fa in settimana, in modo da poter riconquistare i tifosi. Giocare a San Siro non è semplice, soprattutto quando le cose non vanno bene. E’ chiaro che diventa difficile, ma noi dobbiamo essere bravi a fare quello che facciamo in settimana”. Stoccata poi ai giornalisti: “Mi dà fastidio che si dica che i giocatori lavorano poco, vi pregherei di venire a vedere i nostri allenamenti, vi facciamo entrare. Sapete della serietà dello staff, la mia. Il fatto che non si lavori penso non sia giusto nei confronti di professionisti che fanno il loro lavoro nel migliore dei modi. Anche su Montolivo ho letto cose che non mi sono piaciute. Ha lottato da capitano, è rientrato dopo pochi mesi ed è chiaro che poi ha pagato dal punto di vista fisico. Non si può chiedergli la luna? Obiettivo 5° posto: per salvare la stagione bisogna tornare a giocare da Milan. Io penso partita dopo partita, bisogna trovare fiducia e entusiasmo”.

Inzaghi ribadisce poi la fiducia del presidente Berlusconi e dell’ad Galliani: “Mi chiamano tutti i giorni. Ieri mi ha chiamato il presidente alle 8.15, non è potuto venire a Milanello come gli altri venerdì. Li ringrazio, credono nell’uomo e nel mio lavoro. Mi auguro che potendo recuperare alcuni giocatori di poter dare qualcosa in più”. Sulla partita pareggiata contro l’Empoli e sul momento negativo: “E’ stato superiore alla Roma, al Napoli e quasi alla Juve. Solo chi non guarda l’Empoli non sa che è una grande realtà del campionato. Non eravamo nel massimo della forma, ed è una partita che potevamo anche perdere. Dopo aver fatto 10′ brutti, poi la squadra ha fatto un’onesta partita. Giuste le sconfitte con Sassuolo e Atalanta, lì eravamo davvvero criticabili. Dobbiamo dare fine a questo trend negativo. Siamo in tempo per salvare la stagione, dobbiamo ripartire, bastano 1-2 partite per ritrovare tutto quello che sembrava perso. Io non penso al possibile addio a fine stagione, so della stima dei dirigenti e dei tifosi. Io vado avanti, poi vedremo quello che succede”. Infine su Menez e Cerci: “Penso possano giocare insieme. Stanno facendo entrambi bene, Menez sta facendo un gran campionato, si impegna e fa tanti gol. Lo vedo sereno. Cerci sempre meglio in ogni allenamento, gode della mia fiducia, davanti ho l’imbarazzo della scelta. Chi giocherà dovrà dare tutto, ci sarà spazio per tutti. Anche Honda sta bene, dopo l’allenamento di oggi sceglierò i 4 giocatori più in forma”.

Di Carlo Bisoli Cesena

Il tecnico del Cesena, Di Carlo, ottimista per la gara contro il Milan

“CARATTERE, GIOCO E VELOCITA’ GLI INGREDIENTI PER VINCERE” – E’ un Di Carlo ottimista quello che si presenta alla classica conferenza stampa della vigilia: “La squadra sta bene ed è consapevole delle proprie qualità – ha detto -. Teniamo le antenne dritte, ci aspetta una gara difficilissima. Il Milan è una squadra di qualità, serve carattere, gioco e velocità. Il nostro obiettivo è la continuità, i ragazzi sono fiduciosi di poter fare bene. Nella gara di domani mi aspetto dei miglioramenti, so che i ragazzi scenderanno in campo con la testa sgombra. Dobbiamo cercare di innescare i nostri attaccanti, che con la loro velocità e qualità possono mettere in difficoltà chiunque”. Una battuta anche sull’ultimo arrivato, Gaby Mundingayi: “Sta crescendo di condizione fisica, ci darà una grossa mano”.

QUI MILAN – Buone notizie per il tecnico Inzaghi arrivano dall’infermeria, con Montolivo, Bonera e Bonaventura che sono rientrati in gruppo, e dovrebbero partire dal 1′ nella sfida di domani contro il Cesena. Arruolabile anche Alex, con il difensore che comporrà la coppia centrale di difesa con Rami, indossando però una mascherina protettiva per la frattura al naso. 4-3-1-2 per i rossoneri, con Bonaventura nel trio di centrocampo con De Jong e Montolivo, e Honda a supporto di Cerci e Destro. Escluso Menez, che non sembra più insostituibile. Assenti Diego Lopez e Paletta per squalificata, anche se il difensore italo-argentino starà fuori almeno due settimane a causa di una lesione muscolare.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Rami, Alex, Antonelli; Montolivo, De Jong, Bonaventura; Honda; Cerci, Destro. A disposizione: Agazzi, Zaccardo, Bocchetti, Essien, Van Ginkel, Suso, Poli, Muntari, Menez, Pazzini. Allenatore: Inzaghi

QUI CESENA – Problemi in difesa e soprattutto a centrocampo per Di Carlo. Il tecnico bianconero dovrà rinunciare allo squalificato Perico, con Capelli favorito sul rumeno Nica per sostituirlo, e agli infortunati Pulzetti, Cascione, Cazzola, Tabanelli e Valzania. Confermato dal 1′ Zè Eduardo, e la coppia d’attacco Defrel-Djuric, capace di mettere in difficoltà la Juventus nella scorsa giornata.

CESENA (4-3-1-2): Leali; Capelli, Lucchini, Krajnc, Renzetti; Giorgi, De Feudis, Zè Eduardo; Brienza; Defrel, Djuric. A disposizione: Agliardi, Bressan, Volta, Magnusson, Nica, Mudingayi, Carbonero, Moncini, Succi, Rodriguez. Allenatore: Di Carlo

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *