Connect with us

Napoli

Mercato Napoli, Chelsea-Cavani ritorno di fiamma

Pubblicato

|

LONDRA, 17 LUGLIO – Il dubbio è amletico, di quelli che per un appassionato vero non fanno dormire la notte. In tal caso, l’appassionato è il prototipo del tifoso eclettico e passionale, il partenopeo. Ed il dubbio che pervade le menti dei tifosi del Napoli è: Cavani rimane o non rimane? La risposta secca non è conosciuta, ma ci sono dei segnali che possono far propendere per un si o per un no.

Stamattina per esempio, è impazzata sui siti giornalistici e sportivi la notizia di una super offerta del Chelsea per il bomber uruguagio. Abramovich avrebbe pronti 35 milioni di sterline, equivalenti a 45 milioni di euro, per strappare l’attaccante a De Laurentis.

OPERAZIONE DIFFICILE – L’offertissima dei blues potrebbe appartenere alla categoria dei “si, Cavani lascia il Napoli”. Ed invece, ad oggi, Edinson ha quasi il 100 % delle possibilità di restare alla corte di Mazzarri. I motivi sono tanti e semplici. Primo, il Napoli non vuole e non può privarsi del suo top player dopo la cessione di Lavezzi. Secondo, il giocatore ha ribadito più volte di voler rimanere e di pensare solo al Napoli per la prossima stagione. Terzo, il presidente De Laurentis ha affermato che il Matador vale molto di più rispetto alla cifra proposta dal Chelsea. Tutti questi motivi fanno pendere l’ago della bilancia verso un “no, Cavani resta”. E’ vero che sia la società che il diretto interessato non hanno mai dichiarato amore a vita. E’ vero anche che ad oggi le parti sono lontane sul rinnovo e che il giocatore è sempre al centro di voci di mercato, vedi Juventus. Ma l’impressione è proprio che il 24enne attaccante resti almeno un’altra stagione.

NUOVE CASACCHE – A prescindere dalle trattative di mercato, stamane a Dimaro, sede del ritiro, sono state presentate le nuove maglie ufficiali per la stagione 2012-2013. Rigorosamente azzurre, si ispirano alla divisa del 1985. Particolare il colletto, metà azzurro e metà a strisce bianco-azzurre. Novità, naturalmente il logo della Coppa Italia recentemente conquistata.

Antonio Fioretto

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending