Vincenzo Galdieri
No Comments

Calciomercato Juventus, Zaza-Berardi-Vazquez: da chi arrivano i soldi?

I bianconeri vogliono costruire un trio utile per una decina d'anni, ma puntano a farlo con operazioni autofinanziate: chi esce?

Calciomercato Juventus, Zaza-Berardi-Vazquez: da chi arrivano i soldi?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
El Mudo Vazquez, Juventus è lui il migliore in campo

El Mudo Vazquez, nuovo obiettivo della Juventus

La Juventus è nel periodo clou della stagione. Scudetto, Champions League, Coppa Italia. Tra febbraio e marzo ci si gioca praticamente tutto, per capire poi ad aprile se ci saranno i margini per sognare in grande, in grandissimo o in piccolo. I presupposti sembrano davvero interessanti, al di là di qualche pareggino qua e là. Ma se Allegri lavora coi giocatori affinchè si possa trasformare l’annata 14\15 in un qualcosa di leggendario o quantomeno degno di nota, Marotta e Paratici sono già concentrati sull’anno prossimo e sulla costruzione di una squadra che verrà rinnovata. Specialmente in attacco. Acquisti giovani, di prospettiva ma anche già affermati, possibilmente provenienti dal campionato italiano. I nomi sono tre: Vazquez (Palermo), Zaza e Berardi (Sassuolo). Per una Juve scattante davanti, in grado di durare un altro paio di lustri.

45 MILIONI – Quarantacinque milioni. Questo è quanto serve, circa, per l’acquisto del pacchetto completo. Zaza ha un controriscatto fissato a favore della Juventus pari a 15, che è su per giù la stessa cifra necessaria per riscattare l’altra metà di Berardi. E 15 milioni costa anche il cartellino di Vazquez, trequartista 26enne che si sposerebbe perfettamente con l’idea di calcio di Allegri. La domanda è: una simile cifra è a disposizione della Vecchia Signora? Probabilmente si, anche se molto dipenderà dagli sviluppi di questa stagione: più si vince, più si va avanti nelle Coppe (Champions soprattutto), maggiori saranno gli introiti. Il discorso però è che la dirigenza bianconera vorrebbe muoversi per mettere le mani sul trittico a prescindere dagli incassi potenziali. Mettendo magari in preventivo un paio di cessioni.

CHI ESCE? – Come quella di Fernando Llorente, 29 anni (quasi 30), con un grandissimo mercato all’estero e valutato 15-16 milioni. La sua uscita di scena sembra sempre più probabile. Altra cessione tesa ad aiutare l’operazione di autofinanziamento è quella di Ogbonna. Pagato circa 15 milioni due anni fa, si è un po’ svalutato viste le prestazioni non al top. Ma la Juventus conta di recuperare almeno 10 milioni dalla sua dismissione. Ogbonna + Llorente quindi, cui va ad aggiungersi Gabbiadini: 6,5 milioni incassati per la metà del suo cartellino a gennaio, non sono stati reinvestiti e sono pronti ad esser destinati al mercato di gennaio. Altri soldi la Juventus li reperirà dalla cessione di Boakye, in Italia o all’estero, per un totale di 6-7 milioni. Siamo quasi a 40, quindi. Ed è prevedibile che un minimo sforzo per raggiungere i 45 la Juve sia disposta a farlo, a patto di portare il trio meraviglia a Torino. E sempre che non ci siano cessioni eccellenti: Vidal o Pogba, ma chissà anche Morata. Il Real Madrid, vedendo le prestazioni di Alvaro, pare essersi già pentito di averlo spedito a Torino. Ed in Spagna qualcuno sussurra che l’assegno di ritorno da 20 milioni + 10 per il disturbo sia pronto per esser inviato in direzione Corso Galileo Ferraris.

Vincenzo Galdieri (Twitter: @Vince_Galdieri)

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *