Raul Parrella
No Comments

Luigi Sepe, dall’esordio in Serie A da titolare al futuro con il Napoli

L'attuale estremo difensore dell'Empoli sogna di tornare nella sua Napoli

Luigi Sepe, dall’esordio in Serie A da titolare al futuro con il Napoli
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Napoli è migliorato molto dalla stagione scorsa con i buoni acquisti fatti sia nel mercato estivo sia quelli recenti fatti in questa sessione invernale. Ma sicuramente un ruolo in cui è andato a peggiorare a causa dell’approdo di Reina al Bayern Monaco è quello del portiere. Rafael alterna buone partite ad errore ridicoli e tutto questo fa ben sperare Luca Sepe, il portiere napoletano che si sta creando il suo spazio in Serie A con l’Empoli e che vive con il pensiero fisso di poter un giorno poter proteggere la porta del suo Napoli.

Rafael, attuale portiere del Napoli.

Rafael, attuale portiere del Napoli.

RAFAEL E L’EREDITA’ DI REINA – E’ vero Rafael non è del tutto un cattivo portiere e l’eredità che ha avuto da Pepe Reina è molto pesante. Ha sulle spalle ( di solito dietro a difenderla ) la porta di una delle squadre con i tifosi meno pazienti della Serie A. Di solito perdonano un gol mancato o un intervento sbagliato da parte di un difensore ma quando vedono che il loro portiere subire gol da 40 metri sbagliando la posizione del corpo sul tiro allora diventano furibondi. Certo che ai tempi della Supercoppa il portiere brasiliano era diventato un idolo grazie ai rigori parati ma non ha mai del tutto convinto di poter essere il degno sostituto di Reina tanto che a volte è sorto il dubbio se fosse il caso di far prendere ad Andujar il posto da titolare.

SEPE E LA “TITOLARITA'” – L’anno prossimo probabilmente, o almeno lo spera lui ma anche io, il 23enne Luigi Sepe tornerà alla base Napoli per contendere il posto al portiere brasiliano. Le sue ultime prestazioni fanno ben sperare, sta difendendo molto bene la porta di una squadra che in teoria dovrebbe subire molti gol o almeno molte occasioni pericolose a sfavore e infatti il segreto del buon campionato dell’Empoli di Sarri non è solo il bel gioco ma anche Luigi Sepe tra i pali. Insomma le speranze sono di quelle buone e un futuro ballottaggio con Sepe magari migliorerà anche Rafael sul piano caratteriale.

Per ora bisogna solo aspettare e magari i sogni dello scugnizzo napoletano diverranno realtà e si prenderà quello che è suo di diritto perché dopo aver passato 10 anni con la maglia azzurra ( dai 10 ai 20 anni ) nessuno può privarti la gioia di difendere la porta e i sogni di Napoli intera.

Raul Parrella (@RaulParrella)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *