Giuseppe Landi
No Comments

Sey dou Doumbia?

Esordio da dimenticare per l'attaccante ivoriano, ma i fischi dell'Olimpico sono ingenerosi

Sey dou Doumbia?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Seydou Doumbia rischia di diventare già un flop per la Roma. L’attaccante ivoriano ha deluso le aspettative nel match d’esordio con la maglia giallorossa. Nessun movimento, mancanza di cattiveria sotto porta, al contrario di Mattia Destro, vero killer d’area di rigore, che nel frattempo ha siglato il suo primo gol con il Milan.

Doumbia all'esordio in maglia giallorossa

Doumbia all’esordio in maglia giallorossa

OPERAZIONE RISCHIOSA – Ovviamente l’ex CSKA Mosca non si può giudicare da questa prima partita, essendo arrivato nella Capitale soltanto pochi giorni fa, e reduce dalle fatiche di Coppa d’Africa, vinta con il compagno di nazionale Gervinho. Sabatini però, avrebbe dovuto sapere della già non perfetta forma del giocatore, visto che l’ultima partita disputata nel campionato russo risale allo scorso 4 dicembre, e per di più non ha neanche svolto una preparazione fisica. Sabatini come Garcia: sì, perchè il tecnico francese avrebbe potuto optare per una diversa soluzione contro il Parma, lasciando in panchina Doumbia per lanciare magari dal 1′ il giovane Verde, che tanto bene ha fatto nella precedente gara di Cagliari. E non è la prima volta che Garcia commette tali errori: si ricordano i casi Keita, schierato subito in campo dopo un viaggio di 8 ore, e Ibarbo, mandato sul terreno di gioco con ancora qualche problema fisico dopo uno stop di un mese e mezzo. Lasciar andare un attaccante come Destro, per prendere un “impreparato” Doumbia è un azzardo che potrebbe costar caro ai giallorossi. A meno che a Trigoria non abbiano cambiato l’obiettivo stagionale. (“Vinceremo lo Scudetto, vedrete!”. Garcia ricordi?)

FISCHI INGENEROSI – I fischi rivolti, da parte del pubblico dell’Olimpico, all’indirizzo dell’ivoriano sono comunque ingenerosi. Anzi, probabilmente è l’unico innocente, ed andava ‘perdonato’. Il popolo giallorosso avrebbe dovuto manifestare il proprio disappunto al resto della squadra, che in questo 2015 sembra abbia perso umiltà nei confronti degli avversari, oltre che una grande quantità di punti, che sarebbero serviti a Totti e compagni per tenere il passo della Juventus, seppur, i bianconeri, non sufficientemente bravi a chiudere virtualmente il campionato, avendo già avuto ben tre occasioni.

Giovedì, ore 19, in programma Roma-Feyenoord. Come reagirà l’Olimpico ad un’altra eventuale prestazione negativa di Doumbia? Rimpiangeranno Destro? A Garcia l’ardua sentenza, che deciderà se schierarlo o meno.

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *