Kevin Brunetti
No Comments

All Star Game Nba: non basta un super James, West(brook) batte East

Russell Westbrook non è uno qualsiasi, ora è più chiaro che mai. L'All Star Game Nba mette in luce il play di OKC che chiude la serata con ben 41 punti

All Star Game Nba: non basta un super James, West(brook) batte East
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Se c’è una cosa che questo All Star Game ha messo in evidenza è che si, questa sarà la stagione da MVP di uno tra Harden, James e Curry, ma Russell Westbrook in serata di grazia non ha niente da invidiare a nessuno di questi, neanche a “King” James. Nuovo record di punti segnati in un All Star Game (27), 41 totali con 16/28 al tiro e meritatissimo MVP della gara, con un Westbrook così Oklahoma City può tornare a sorridere.

Russell Westbrook, domina il Madison Square Garden e l'All Star Game

Russell Westbrook, domina il Madison Square Garden e l’All Star Game

APERTURA E QUINTETTI – Semplicemente spettacolari i giochi di luci proiettati sul parquet del Madison Square Garden, per qualche istante il terreno di gioco si è trasformato prima nello Skyline newyorkese poi nella Statua della Libertà, subito dopo sono arrivati inni e presentazione di Coach e giocatori per le due Conference. Gli starters per l’Ovest sono stati Curry, Harden, Thompson, Aldridge e Marc Gasol; per l’Est invece ecco Wall, Lowry, Anthony, James e Pau Gasol. Emozioni già dalla palla a due iniziale, a contendersela sono infatti andati i fratelli Gasol, Pau e Marc, che poco prima si erano stretti in un bellissimo abbraccio. E poi via, pallone sollevato in aria e inizia lo spettacolo, inizia l’All Star Game.

PARTITA – Il primo quarto è stato quasi un one man show, 15 punti di LeBron che sembravano aver messo in charo chi sarebbe stata la star della notte… Invece no, Westbrook con 27 punti in 11′ stabilisce il nuovo record di punti in un tempo per un All Star Game, e da quel momento i riflettori cambiano obbiettivo. LeBron James e Harden ci mettono del loro per prendersi la scena: 30 punti il primo, 29 con 8 assist e 8 rimbalzi il secondo (sarebbe stata la quarta tripla doppia della storia dell’All Star Game dopo Jordan, James e Wade), ma Russell non toglie il piede dall’accelleratore e continua a dominare il Madison Square Garden. La partita la vince l’Ovest 163-158, ma il risultato è l’ultima cosa che conta in una sfida come questa, quello che conta è che lo spettacolo non è mancato.

WESTERN CONFERENCE – Westbrook 41 punti, Harden 29, Aldridge 18, Curry 15, Cousins 14, Paul 12, Lillard 11

EASTERN CONFERENCE – James 30 punti, Korver 21, Wall 19, Anthony 14, Teague 14, Irving 11, Boesh 10, P.Gasol 10, Lowry 10

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *