Orazio Rotunno

Mercato Sampdoria, De Silvestri ufficiale: Migliaccio, Rigoni e Martinez gli obiettivi

Mercato Sampdoria, De Silvestri ufficiale: Migliaccio, Rigoni e Martinez gli obiettivi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

GENOVA, 17 LUGLIO – E’un mercato diviso fra sogni e realtà quello della Samp. Se la partenza di Ibra, e quella probabile di Robinho, hanno smorzato le voci su un ritorno di Cassano a Genova, discorso diverso per Pazzini. L’interista è fuori rosa, ha nel cuore la Samp e una riduzione dell’ingaggio faciliterebbe di molto la trattativa. La realtà dice invece De Silvestri ieri, e Maxi Lopez una settimana fa: due primi colpi importanti, a testimoniare la volontà dei blucerchiati di tornare protagonisti in serie A.

DA RIGONI A MIGLIACCIO, MARTINEZ E…CASTAIGNOS – Non sono tanti i nomi che circolano in queste ore attorno alla Sampdoria: il ds Sensibile lavora sottobanco e valuta attentamente i giocatori più utili al gioco che il neo-allenatore Ferrara intende proporre. Un 4-3-3 all’attacco, che avrà in uno fra Maxi Lopez e Pozzi il terminale offensivo, e ai lati due esterni d’attacco pronti ad andare in appoggio e tagliare le difese con continui movimenti in profondità, senza trascurare i ripiegamenti difensivi. Se Eder può ricoprire, seppur adattato, uno dei due lati, mancano alternative da reperire sul mercato. Da qui i nomi di Jorge Martinez e Luc Castaignos. Il primo è reduce da una stagione deludente a Cesena, il trasferimento alla Juve dell’uruguagio sembra aver tolto tutto quello smalto che incantava nelle stagioni passate il Massimino di Catania. potrebbe rilanciarsi a Genova, le qualità ci sono e l’età è ancora molto giovane, 27 anni. Può arrivare in prestito grazie agli ottimi rapporti fra Samp e Juve. Più difficile la pista-Castaignos: l’Inter vuole monetizzare e sono diverse le offerte giunte dalla Premier, Qpr ed Everton su tutte, capaci di mettere sul piatto 7-8 milioni di euro, per un giocatore promettente e classe 92′, ma che l’anno scorso non ha mostrato nulla. Ipotizzare anche qui un prestito è difficile, ma la Samp ci proverà.

In mezzo al campo urgono rinforzi con gli addii porbabilissimi di Poli e Palombo: Migliaccio è il primo nome sulla lista, dopo anni al Palermo cerca nuovi stimoli, e Ferrara saprebbe di trovare in lui un giocatore di sicuro affidamento. Rigoni è un nome che piace molto, alla Samp e alla piazza, è andato in doppia cifra col Novara da centrocampista, stupendo tutti per qualità e concretezza al primo anno in A, sebbene abbia già raggiunto le 30 primavere. Vecchia promessa delle giovanili juventine, doveva essere il nuovo ” Del Piero “, ma poi si è perso come spesso capita ai ragazzi di maggior talento. E’molto legato al Novara che vorrebbe riportare in A, ma la tentazione Samp è una forte motivazione per smuovere le sue certezze.

Capitolo Poli-Palombo: il primo ieri ha detto no al Napoli, attende ancora novità sul fronte-Milano, ma non solo dall’Inter. Ci sono notizie di un avvicinamento anche del Milan su di lui, così come dalla Juve, sebbene sia una pista ancora fredda. I bianconeri sembrano invece molto interessati a Palombo quale vice-Pirlo: potrebbe arrivare praticamente a costo zero, dalla sua parte esperienza e voglia di riscatto dopo i terribili 6 mesi all’Inter dove non ha praticamente mai visto il cmapo. Si attendono sviluppi nelle prossime 48 ore.

 

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *