Giuseppe Landi
No Comments

Verso Milan-Empoli: Inzaghi vuole vincere, Sarri chiede umiltà ai suoi

Le dichiarazioni dei due tecnici nella classica conferenza stampa della vigilia

Verso Milan-Empoli: Inzaghi vuole vincere, Sarri chiede umiltà ai suoi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Milan non può più sbagliare se vuole ottenere un posto in Europa, seppur in quella meno nobile. Domani a San Siro arriva l’ottimo Empoli di Sarri, reduce dalla convincente vittoria per 2-0 contro il Cesena.

VINCERE PER RIPARTIRE – In conferenza si è presentato Filippo Inzaghi, che ha parlato del momento della sua squadra: “La priorità è avere un’identità del gioco – ha detto il tecnico rossonero. Ci vuole pazienza per ricostruire. La partita di domani nasconde insidie, mi auguro possa essere un trampolino di lancio”. L’Empoli una squadra ben organizzata, grazie soprattutto al tecnico Sarri. Inzaghi lo sa e ammette: “Ci vuole una grande partita, ha pareggiato in casa della Fiorentina, della Roma e del Napoli. Non può ormai essere considerata una sorpresa. Ma noi siamo il Milan, giochiamo davanti ai nostri tifosi e non possiamo più lasciare punti per strada”. Vincere dunque, per giocarsi le ultime chance di qualificarsi in Europa, anche se Inzaghi non vuole guardare la classifica.

Nella gara di domani verrà lanciato dal 1′ il tridente Bonaventura-Menez-Destro. Proprio Inzaghi, ha parlato di quest’ultimi due giocatori: “Menez ha giocato bene da prima punta. Destro ha un atteggiamento che mi piace molto, è serio, ma non voglio caricarlo di responsabilità. Ovviamente non dimentico Pazzini che è entrato bene a Torino”. Andrà in panchina invece Cerci, che “ha accusato un problemino al ginocchio nei giorni scorsi”. E a chi li chiede dei mancati acquisti a centrocampo, SuperPippo risponde: “Sono De Jong e Montolivo, sulla via del recupero”. L’olandese dovrebbe essere in campo sin dal fischio d’inizio.

Sarri nella conferenza stampa pre-Milan

Sarri nella conferenza stampa pre-Milan

IMPOSSIBLE IS NOTHINGMaurizio Sarri teme il Milan, nonostante il non ottimo periodo di forma: “Ha un attacco che pochi hanno in Europa – ha dichiarato il tecnico dei toscani in conferenza -. Possono vincere contro tutti, il nostro dovere è quello di scendere in campo con umiltà, cercando di metterli in difficoltà con le nostre armi migliori”. E alle critiche, Sarri non ci pensa: “Per molti eravamo già retrocessi prima di iniziare il campionato, poi abbiamo perso soltanto due gare nelle ultime 15 giocate”. Ma mentre Inzaghi ha preferito non commentare le parole di Lotito, Sarri sta dalla parte del Carpi: “Tifo per loro. Spero che il suo pensiero non sia condiviso tra tutte le grandi”.

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *