Edoardo Baracco
No Comments

Parma: il tempo sta per finire, la messa in mora si fa sempre più vicina

L'ora X è vicina, nel frattempo Equitalia confisca tre furgoni e una macchina della società

Parma: il tempo sta per finire, la messa in mora si fa sempre più vicina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il tempo per il “nuovo” Parma di Manenti sta per scadere: poche ore sono rimaste per pagare gli stipendi arretrati, cercando così di evitare la messa in mora. La pazienza ha un limite, e la situazione si fa sempre più critica ogni minuto che passa.

Pietro Leonardi, dirigente del Parma

Pietro Leonardi, dirigente del Parma

LE DICHIARAZIONI- “Siamo in attesa anche noi, aspettiamo l’ok definitivo, ma in linea di massima tutte le intese ci sono”. Il nuovo presidente ha cercato così, con queste parole, di tranquillizzare tutto l’ambiente. Questa mattina però un ufficiale giudiziario si è presentato intorno alle 11 al centro sportivo del Parma, pignorando tre furgoni e una macchina della società. Stando a ciò che trapela, dietro al pignoramento ci sarebbe Equitalia, che reclama al Parma un mancato versamento di 100 mila euro. Nei minuti successivi all’accaduto sono arrivate le dichiarazioni di Leonardi che ha cercato nuovamente di tranquillizzare tutti, queste le sue parole: “ Noi comunque restiamo fiduciosi. Ieri sera abbiamo visto i numeri del bonifico e contiamo che la situazione si risolva”.

LA SITUAZIONE – Il rischio di messa in mora da parte dei giocatori aumenta di minuto in minuto. A parole son bravi tutti, ma concretamente, da quando Gherardi ha lasciato il club in un bagno di sangue, non è stato fatto nulla per evitare la messa in mora, la penalizzazione, e un eventuale fallimento a fine stagione della società. Taci prima e Manenti poi stanno prendendo tempo dove tempo non ce n’è: i giocatori non vedono un euro da Giugno, Cassano ha rescisso, Lodi ci ha pensato e Donadoni sta cercando, con quel che ha, di tirare avanti la baracca in qualche modo. Nel frattempo, oggi pomeriggio, si terrà un vertice tra i giocatori e l’Aic, dove verrano pianificate le eventuali mosse da adottare in caso di mancato pagamento. Di molte cose rimangono all’oscuro anche i giocatori che dicono di non essere assolutamente informati riguardo ai movimenti societari. Manca poco all’ora X, a breve conosceremo, forse, il destino del Parma Fc. Manenti potrebbe rivelarsi un nuovo Taci o passare per il temporaneo salvatore della patria. Rimaniamo in attesa.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *