Edoardo Baracco
No Comments

Dalla Cina con furore: Diamanti is back!

Gol, assist e grande leadership in campo. Diamanti è tornato e sta diventando sempre più il leader assoluto di questa Fiorentina

Dalla Cina con furore: Diamanti is back!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Mario Gome: prenderà lui gli assist di Diamanti

Mario Gome: prenderà lui gli assist di Diamanti

Dalla Cina con furore. Alessandro Diamanti, circa un anno fa, se n’era andato letteralmente dall’altra parte del mondo, scomparendo così dal panorama calcistico italiano. Era quasi finito nel dimenticatoio, come fosse uno di quei giocatori prossimi al ritiro, uno di quelli che se ne va in Cina per prendersi gli ultimi soldi di una carriera che, a onor del vero, grida ancora oggi vendetta. Ma questa non è mai stata la sua idea. Ha provato un’esperienza nuova, dice lui, ma il richiamo del bel paese era troppo forte per essere ignorato.

IL RITORNO DI ALINO – Il calcio vero ad Alessandro mancava come il pane. Non ha retto, la tentazione di tornare ad indossare quella maglia, a dodici anni di distanza, era troppo forte. Della Valle lo ha chiamato, Montella ha acconsentito, e Diamanti, a quel punto, non ci ha pensato due volte, e, nonostante il rifiuto della moglie, ha subito preparato le valige sposando, di nuovo, il progetto Fiorentina. Gli mancava l’aria di casa, lui che a Prato ci è nato e cresciuto, non poteva di certo farsi sfuggire l’occasione di giocare a pochi passi da casa. Pronti via quindi Alino si mette subito a disposizione di Montella diventando uno dei leader assoluti dell’era post Cuadrado. Ci sta pensando lui adesso a rifornire di palloni il rinato Mario Gomez. La condizione di Alessandro migliora partita dopo partita ed è già diventato l’idolo indiscusso della tifoseria gigliata. Affetto che Diamanti ha voluto ricambiare con un gol da fuoriclasse assoluto. Un anno dopo la sua ultima apparizione in Serie A, Alino torna al gol; un gol, quello sotto la Fiesole, che aspettava da oltre 12 anni, visto che nella prima esperienza in maglia viola non era mai riuscito a segnare. Alessandro è tornato e lo ha fatto in grande stile: leader assoluto sia in campo che fuori. La Cina, ormai, rimane solo un ricordo lontano per chi, come lui, da Firenze, sembra non essersene mai andato. Bentornato Alino!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *