Dario Di Ponzio
No Comments

Il Real trema: l’Atletico Madrid è tornato quello di un anno fa

L'Atletico batte 4-0 il Real e Simeone torna a -4 dal primo posto, rigettando nella crisi la banda Ancelotti

Il Real trema: l’Atletico Madrid è tornato quello di un anno fa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Era un “dentro o fuori” di campionato, di quelli che è molto facile fallire per poi ritrovarsi a guardare più negli “specchietti” che non arrivino possibile dirimpettaie a mettere la freccia che davanti, dove si rischiava di creare un solco invalicabile. Invece, i “Colchoneros” di Simeone annichiliscono un Real mai cosi timoroso e deludente in ogni minimo aspetto di gioco e riaprono in un sol colpo la lotta scudetto ridando speranza anche a quel Barcellona che l’11 gennaio, con quel 3-1 al Camp Nou, rischiava di costare un duro colpo alle speranze scudetto della squadra di Simeone.

Griezmann

Griezmann, l'”indiavolato”. Il francese sta trascinando l’Atletico Madrid

LE CHIAVI DELLA RINASCITA – L’inizio di stagione dell’Atletico tutto era stato fuorchè esaltante, d’altronde non è difficile immaginare come la squadra di Simeone possa aver sofferto la cessione di un bomber di razza come Diego Costa, sostituito da un giocatore come Mandzukic che ha necessitato di tempo per entrare negli schemi Madrileni. Stesso discorso per il vero e proprio protagonista della resurrezione Atletico Madrid, cioè quell’Antoine Griezmann autore di 9 goal nelle ultime 7 giornate di campionato giocate e autentico mattatore anche contro il Real Madrid. Ma nell’Atletico devastante visto contro il Real Simeone ha riscoperto anche tanti altri eroi inaspettati. Quel Tiago Mendes che da anni viene dato per possibile riserva all’Atletico e che invece fa tornare nella bufera Casillas. Quel Saul Niguez, giovane canterano dell’Atletico che subentrato per Koke trova un goal tanto bello quanto folle come idea in rovesciata. Oppure, il gia nominato Mandzukic, capace di fare a sportellate con chiunque prima di riuscire a siglare il goal del 4-0 su assist del “Nino” Torres all’88°. E ora, per l’Atletico tutto si rimette in discussione, perchè il Barcellona secondo in classifica dista soli 3 punti mentre, il Real tornato nella tempesta di polemiche, ne dista soli 4.

GIORNATA DECISIVA? – Prossime giornate di Liga Spagnola che presumibilmente daranno però “pace” all’ambiente Real, infatti arriveranno a breve giro di ruota prima il Deportivo La Coruna in crisi al Bernabeu a cui seguirà la trasferta con l’Elche, mentre per l’Atletico ci saranno Celta Vigo ed Almeria. Sarà cosi, probabilmente, la 25a giornata quella importante, visto che il Real andrà a far visita al Villareal di Vietto mentre l’Atletico incontrerà il temibile Siviglia fuori casa, anche per questo attenzione tra le 2 litigante alla terza incomoda, il Barcellona.

Dario Di Ponzio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *