Gianpiero Farina

Verso Lazio-Genoa: le parole di Pioli e Gasperini

Verso Lazio-Genoa: le parole di Pioli e Gasperini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E' viglia del posticipo del lunedì tra Lazio e Genoa

La Lazio per ripartire dopo il ko di Cesena. Il Genoa per confermare quanto fatto di buono nel pareggio con la Fiorentina. Questi gli obiettivi delle due compagini che si sfideranno domani alle 20,45 allo stadio Olimpico. Ecco le parole di Pioli e Gasperini nelle conferenze stampa della vigilia.

PIOLI.

Il ko di Cesena – “Non abbiamo giocato da Lazio. Siamo alla ricerca di una crescita continua. Dobbiamo portare a casa il risultato anche quando la prestazione non è delle migliori. Non dobbiamo cambiare atteggiamento. Sappiamo di essere una buona squadra”.

Anderson e De Vrij – “Felipe Anderson non avverte più dolore ma non credo sia al 100% viste le tre settimane di stop. Su De Vrij faremo le nostre valutazioni. Se capissimo fosse un rischio non lo schiereremmo. Ma credo sarà a disposizione”.

L’ avversario e la partita“Vorranno ottenere un risultato importante ma noi vogliamo vincere. Prepareremo la partita per mettere in campo la nostra migliore prestazione. Sarà una sfida molto combattuta. Dovremmo cercare di fare meno errori possibili e muoverci tanto per non dare punti di riferimento all’avversario”.

Mercato – “L’obiettivo era un difensore ed è arrivato Mauricio. Poi lo stop di Djordjevic ci ha costretto a fare altre valutazioni. Ho apprezzato lo sforzo della società di cercare di aggiungere un elemento in più ma mi sa nell’ultimo giorno di mercato gli affari possono saltare. Comunque siamo apposto con il ritorno di Perea, Klose ed abbiamo molti giocatori che possiamo giocare in quella posizione. Sono contento della rosa che ho a disposizione”.

GASPERINI

Domani ci sarà Lazio-Genoa e Gasperini vuole bissare i successo dell'andata.

Domani ci sarà Lazio-Genoa e Gasperini vuole bissare i successo dell’andata.

Gara non semplice – “La Lazio è una squadra forte e lo era già all’andata. Noi siamo cresciuti e lo abbiamo dimostrato con la Fiorentina. Sappiamo che, a parte la caduta di Cesena, i biancocelesti sono tra le squadre  più in forma del campionato. Ma abbiamo la consapevolezza di poter fare una buona gara”.

Sette partite senza successo – “E’ una cosa che dà molto fastidio specie quando fai delle buone prestazioni. Se non raccogli la vittoria hai sempre il timore che ci possa essere la prestazione negativa. Ci manca qualche punto in classifica ma guardiamo avanti”.

I nuovi arrivati – “Si sono presentati con tanta voglia di fare e hanno portato entusiasmo. La cosa migliore è inserirli gradualmente. Stiamo valutando le condizioni di tutti.  Gli attaccanti sono cambiati e ognuno va utilizzato per le proprie caratteristiche. Sono andati via Matri e Pinilla e sono arrivati Borriello e Pavoletti. In questa fase del campionato si gioca a ritmi molto alti e solo se si è in buona condizione fisica si può dare un  apporto significativo”.

Perotti –Non so se Perotti agirà ancora da falso nueve. A me piace di più sulla fascia. In alcune partite comunque può essere un’opportunità schierarlo come punta centrale dall’inizio o a gara in corso”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *