Kevin Brunetti
No Comments

Nba, i risultati della notte: i Cavs fanno 12 di fila, Cousins è un predicatore nel deserto

Sempre più in alto i Cavaliers, con la vittoria sui Clippers adesso sono 12 consecutive in questa stagione Nba. Malino Sacramento che si gode solo Cousins

Nba, i risultati della notte: i Cavs fanno 12 di fila, Cousins è un predicatore nel deserto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo mesi di agonia, a Cleveland la dodicesima vittoria consecutiva in Regular Season Nba ha un sapore speciale. Dopo i dubbi su Blatt, i dubbi su Irving, i dubbi su Love, i dubbi su Mozgov, i dubbi su JR… E chi più ne ha più ne metta, il filotto di vittorie dei Cavs ha placato gli animi e ridato serenità a un ambiente che ne aveva un bisogno disperato. Adesso Cleveland è al terzo posto, riuscirà a reggere e a giocare con questa continuità anche nei Playoff?

John Wall, è lui l'unica nota positiva di Washington nella notte Nba

John Wall, è lui l’unica nota positiva di Washington nella notte Nba

EASTERN CONFERENCE – La dodicesima vittoria di Cleveland vale ancora di più dato che arriva contro un avversario ostico come i Clippers, la franchigia di LA ha infatti dovuto arrendersi 105-94 a LeBron e compagni. Persiste qualche dubbio su un playmaker atipico come Irving (solo 4 assist contro i 9 di James), ma si affievoliscono quelli sull’impatto difensivo di Love che nella notte ha tenuto Griffin a 16 punti e 4 rimbalzi contro la sua media di 22,5 punti e 5,1 assist. Nel complesso a Cleveland i miglioramenti sono evidenti, adesso sta a Blatt tenere insieme i pezzi e migliorare ulteriormente per potersi giocare tutto nei Playoff, la prima tempesta è quindi passata senza grosse perdite, adesso i Cavaliers fanno paura. Meno bene invece Washington, l’ennesima sconfitta 94-87 con Charlotte mostra i limiti di una squadra che rimane ottima, tra i salvabili c’è solo Wall che chiude con la solita doppia doppia da 15 punti e 13 rimbalzi. 

WESTERN CONFERENCE – Nel deserto di Sacramento Dallas raccoglie una facile vittoria per 101-78. L’unico che prova a opporre resistenza è il solito Cousins con 23 punti, 3 assist e 11 rimbalzi, ma il resto della squadra tira 19/61 dal campo lasciandolo solo come un predicatore nel deserto. Dallas ringrazia e vince con i 21 punti di Ellis e la doppia doppia da 16 punti e 16 rimbalzi di Tyson Chandler. Bene anche Portland che battendo i Suns 108-87 fa un regalo ad Oklahoma City. Non basta Bledsoe, i Blazers mandano sei giocatori in doppia cifra e due in doppia doppia (Robin Lopez e LaMarcus Andridge), festeggiando così il quarto posto ad Ovest.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *