Matteo Masum
No Comments

Effetto Conte: giro di panchine, chi sale e chi scende

Montella a Napoli, Inzaghi al Sassuolo. Un'occasione per tutti

Effetto Conte: giro di panchine, chi sale e chi scende
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Se Conte andasse al Milan, per Inzaghi si potrebbero aprire le porte del Sassuolo

Se Conte andasse al Milan, per Inzaghi si potrebbero aprire le porte del Sassuolo

Con l’ipotesi, realistica, di un approdo di Antonio Conte sulla panchina del Milan, si scatenerebbe una vera e propria rivoluzione che coinvolgerebbe diversi allenatori della Serie A. Da Inzaghi a Montella, passando per Di Francesco e Zaccheroni, sarebbero parecchie le squadre a ritrovarsi con una guida differente rispetto a questa stagione. Ovviamente siamo ancora nel campo delle ipotesi, ma probabilmente non troppo lontani dalla realtà.

ZAC PER L’ITALIA- Conte si è stufato, ormai da tempo, di fare il Ct della Nazionale, e non vede l’ora di tornare a guidare un club. Il Milan sembrerebbe una scelta azzardata per un allenatore che ha già conquistato tre scudetti, però, trattandosi di un uomo al quale piacciono le sfide, anche un’opzione affascinante ed intrigante. Il Milan, inutile sottolinearlo, rispetto ad Inzaghi guadagnerebbe uno dei migliori tecnici d’Italia, e non solo. Al posto dell’attuale Ct potrebbe arrivare Alberto Zaccheroni, già tra i candidati prima che la scelta di Tavecchio ricadesse su Conte. Zaccheroni è più a suo agio con la guida di una nazionale, porterebbe all’Italia la sua esperienza internazionale, la sua sapienza tattica e tanta normalità (quest’ultimo aspetto del tutto assente con Conte). Potrebbe rappresentare un salto in avanti.

UN PASSO INDIETRO- Difficilmente Filippo Inzaghi rimarrà alla guida del Milan anche nella prossima stagione. Stesso discorso vale per Rafa Benitez al Napoli. Per il primo, tuttavia, probabilmente si aprirebbero le porte di un altro club di A, più adatto alle sue attuali capacità. Il Sassuolo, infatti, dovrà quasi sicuramente dire addio al bravissimo Di Francesco, ed in Inzaghi troverebbe un tecnico volenteroso, coraggioso ed intenzionato a riscattarsi dopo un’annata non troppo esaltante. Certo, passare da un allenatore in rampa di lancio ad uno che deve ancora dimostrare tutto rappresenterebbe un passo indietro (come per Inzaghi), ma, con l’aiuto della società, SuperPippo e la squadra potrebbero ripetere l’ottima stagione fin qui disputata.

UN PASSO AVANTI- Abbiamo detto che Di Francesco, con buone probabilità, lascerà il Sassuolo per volare verso altri lidi. Questi rispondo al nome di Firenze, visto che Vincenzo Montella potrebbe prendere il posto di Benitez a Napoli. Per l’attuale tecnico del Sassuolo sarebbe un passo avanti notevole, essendo la Fiorentina è un club affermato, ed avendo la possibilità, con i soldi ricavati dalla cessione di Cuadrado, di effettuare un gran mercato. Per i Viola, al contempo, arriverebbe un allenatore preparatissimo ed amante del bel gioco, simile, in questo, a Montella. Quest’ultimo, infine, siederebbe su una panchina di una squadra chiamata, l’anno prossimo, a lottare per lo scudetto. Il Napoli perderebbe un allenatore abile, esperto e vincente, ma ne guadagnerebbe uno che, potenzialmente, può fare grandi cose.

Insomma, da questo giro, semmai dovesse effettivamente concretizzarsi, potrebbero guadagnarci tutti. Oppure perderci tutti, chissà.

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *