Gianpiero Farina
No Comments

Ederson: “Poco tempo per decidere”. La tifoseria si divide ma non è la prima volta…

Il giocatore brasiliano si rivolge tramite i social ai tifosi laziali che però si dividono tra chi lo accusa e chi lo difende prendendosela con la società, memore dei numerosi affari sfumati all'ultimo secondo

Ederson: “Poco tempo per decidere”. La tifoseria si divide ma non è la prima volta…
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Honorato Ederson è stato, forse senza volerlo, il grande protagonista di questo mercato della Lazio. Il suo rifiuto, o meglio stando alle parole di Tare, la sua non risposta al telefono, ha bloccato il passaggio di Bergessio alla corte di Pioli. Il brasiliano si è rivolto ai tifosi laziali tramite Instagram e Twitter dicendo la sua sulla vicenda.

POCO TEMPO – “Mi dispiace vedere tutta questa polemica, tutti questi insulti e minacce per una cosa che non ho avuto nemmeno il tempo di prendere in considerazione. Ho sempre sognato di giocare per la Lazio ed ho sempre cercato di dare il meglio per questa maglia. Proprio per questo motivo penso sia difficile prendere una decisione in meno di due ore dalla fine del mercato. Abbiamo un ottimo gruppo. Stiamo facendo bene e non voglio per niente creare polemiche che possano destabilizzare la squadra. Quindi continuerò come sempre concentrato al massimo per il raggiungimento dei nostri obiettivi”. Dichiarazioni chiare quelle di Ederson che si lamenta del poco tempo avuto per prendere comunque una decisione così importante. Le sue parole non sono ovviamente non sono rimaste inascoltate.

TIFOSERIA DIVISA…MA NON E’ LA PRIMA VOLTA – Se dalla società non è pervenuta alcuna replica ufficiale, il post del brasiliano ha ricevuto tantissime risposte dai tifosi laziali: alcuni lo accusano dandogli del mercenario e addossandogli le colpe del mancato arrivo della punta mentre altri lo difendono ma gli chiedono maggiore impegno in campo visto che di certo Ederson non ha fatto vedere tanto con la maglia della Lazio, pagando la sua fragilità fisica. Ma la cosa che più salta all’occhio è che buona parte della tifoseria laziale pensa che il giocatore brasiliano sia stato semplicemente usato come capro espiatorio per giustificare l’ennesimo affare saltato all’ultimo. Honda, Krasic, Yilmaz, Biabiany sono solo pochi degli acquisti già dati per fatti ma poi saltati per svariati motivi. I laziali non dimenticano e hanno ancora una volta la certezza che manca un centesimo per fare una lira. E’ chiaro infatti a tutti che Mauricio e il rientrante Perea non bastano se si vuole sognare la Champions. La sconfitta di Cesena non ha fatto altro che dimostrare tutto questo. E di certo la colpa non può essere di Honorato Ederson.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *