Massimiliano Riverso
1 Comment

Pillole di Inter: saldo positivo da 2,4 milioni di euro. Thohir sorride ma multa Icardi

Pillole di Inter: saldo positivo da 2,4 milioni di euro. Thohir sorride ma multa Icardi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Luci e ombre nella Milano Nerazzurra. Icardi, come Ibrahimovic ai suoi tempi, prepara inesorabilmente la strada verso l’addio dalla Pinetina. La società italo-indonesiana risponde per le rime multando il giocatore argentino per le offese rivolte ai tifosi nerazzurri domenica scorsa a Reggio Emilia, al termine del match perso contro il Sassuolo. La stima di Mancini intanto ha  ai minimi storici, ma in assenza di punte adeguate l’uomo dalla sciarpa sempre al collo non potrà fare a meno di Mister Nara.

Oggi, in conferenza stampa, Roberto Mancini ha espresso il suo parere sul mercato invernale dell’Inter, definito dall’ex Colonnese come un mercato di scarti: “Il mercato di gennaio è difficile. O hai tanto da spendere o devi fare il possibile. Abbiamo preso dei giovani buoni adesso ma anche per il prossimo campionato, speriamo di averli azzeccati. Mercato finito? Credo di sì, assolutamente. Non penso che uno svincolato possa darci qualcosa“.

Checché ne dicano gli improvvisati esperti di bilanci finanziari, la società nerazzurra ha chiuso questa finestra ricca di acquisti di spessore (Podolski, Shaqiri, Brozovic, Santon, ed i baby Italo, Kehrer e Correia) registrando un saldo positivo di 2,4 milioni di euro, grazie alle uscite di Bonazzoli, Khrin, M’Vila, Mbaye, Pereira e Duncan. Non male per la triade nerazzurra e per il presidente Thohir che sembra aver ormai chiaro il modello di gestione economico della società.

MR

 

Share Button

One Response to Pillole di Inter: saldo positivo da 2,4 milioni di euro. Thohir sorride ma multa Icardi

  1. amilcare locoratolo 3 febbraio 2015 at 18:16

    peccato che manca 1 difensore centrale,un mediano incontrista e un regista.Errato vendere Bonazzoli.NN c’è da meravigliarsi se si fanno 10 punti in 10 partite!media retrocessione1

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *