Jacopo Bertone
No Comments

Serie A: la Top 11 del mercato di gennaio

La sessione invernale di calciomercato si è conclusa e la redazione di SportCafe24 ha raccolto per voi i migliori 11 acquisti della serie A

Serie A: la Top 11 del mercato di gennaio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Anche questa sessione di calciomercato è andata in archivio, ma non senza regalare qualche importante novità al nostro campionato; ecco a voi gli 11 migliori acquisti del Gennaio 2015, enjoy!

La Top 11 del mercato di Gennaio

La Top 11 del mercato di Gennaio

BRKIC – Portiere dalle indubbie qualità fisiche, eternamente sottovalutato non solo dagli addetti ai lavori, ma anche dai propri allenatori, non a caso a Udine è finito in panchina laddove il suo posto è indiscutibilmente tra i titolarissimi di una squadra di Serie A, lo pensano sia lui che il Cagliari, la sua nuova casa: meritocratico.

ANTONELLI – Un milanista figlio di milanisti che (finalmente!) ha la possibilità di giocare nel Milan; Luca aspettava da tanto questa occasione e il “condor” Galliani è riuscito finalmente ad accontentarlo, ora starà a lui dimostrare di essere utile a una squadra a dir poco in difficoltà : cavallo di ritorno.

PALETTA – Altro importante arrivo nella retroguardia rossonera, eternamente falcidiata da infortuni e problemi psicotici dei suoi componenti; l’arrivo dell’oriundo dovrebbe portare equilibrio e ordine in un reparto allo sbando, con l’obiettivo (secondario?) di riprendersi anche l’azzurro : nuovo look.

MUNOZ – Finito nelle segrete di qualche castello di proprietà di Zamparini, l’ex Boca Juniors è scampato alla prigionia e si è accasato alla Sampdoria, una squadra dove la concorrenza non manca, che comunque è sempre meglio di passare altri 6 mesi in tribuna a prendere muffa : evaso.

SANTON – Quando era un bambino Davide fu in grado di annullare Cristiano Ronaldo e contribuire alla conquista del Triplete nerazzurro, ora è di nuovo all’Inter con il desiderio di ritornare quello di un tempo e riportare la Beneamata dove gli spetta : forever young.

STURARO – Sembra un ossimoro, ma il centrocampo della Juve aveva bisogno di una mano e Stefano da Sanremo sembra perfetto per il compito; umile e concreto, il centrocampista sarà inizialmente una riserva di Pogba & Co. ma proverà sicuramente a ritagliarsi il suo spazio anche nella Juventus del futuro, ne ha tutte le possibilità : rinforzo ligure.

BROZOVIC – Il capello ossigenato è da rivedere, però il giocatore c’è eccome; costituirà insieme a Kovacic una coppia balcanica in grado di dare prima di tutto grande qualità, ma nel caso di Marcelo anche tanta quantità grazie a quella capacità di essere prezioso in entrambe le fasi di gioco che gli è valso il paragone con un certo Stankovic : prima di tutto il barbiere.

CERCI – Simeone non lo defecava neanche di striscio, mentre Pippo Inzaghi ne è innamorato alla follia ed è convinto di poter fare dell’ex Toro l’uomo simbolo della rinascita del Milan, tutto dipenderà dalla capacità di Alessio di rimanere concentrato sull’obiettivo, al resto ci penserà il suo indiscutibile estro : no Ventura? who cares?!

SHAQIRI – Un Giovinco palestrato? l’ennesimo azzardo di Ausilio? uno scarto di Pep Guardiola? No, un Talento con la “t” maiuscola, senza ombra di dubbio l’uomo giusto per far ripartire la derelitta Internazionale grazie a quell’abilità innata di concludere e soprattutto far concludere i propri compagni che ne fa uno degli esterni più letali d’Europa già oggi, a 23 anni sputati : provvidenziale.

GABBIADINI – Forse il colpo meno considerato dell’intera sessione, ma non per questo poco importante; Manolo è potenzialmente perfetto per il sistema di gioco di Benitez, specie adesso che sembra aver ritrovato la su vena realizzativa che nell’ultimo periodo si era un po’ spenta, l’unico dubbio riguarda la foltissima concorrenza, però finchè gioca così godiamocelo senza farci troppe domande : alla faccia della Juve.

DESTRO – Fuggito da Roma a gambe levate, lui, che in gioventù fu interista, sarà il volto principale dell’attacco rossonero, forse un po’ affollato, ma sicuramente bisognoso di un bomber con questo fiuto del goal e questa voglia di spaccare il mondo : panchina? no grazie.

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *