Matteo Masum
No Comments

Roma, può essere Ibarbo il colpo di mercato?

Accolto tra lo scetticismo generale, il colombiano prova a far ricredere la piazza

Roma, può essere Ibarbo il colpo di mercato?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Victor Ibarbo al momento della firma

Victor Ibarbo al momento della firma

Arrivato un po’ come un fulmine a ciel sereno, visto che, sebbene le trattative andassero avanti da qualche settimana, nessuno si aspettava che Ibarbo approdasse alla Roma, l’attaccante colombiano è stato accolto con un po’ di, più che giustificato, scetticismo dalla piazza giallorossa, la quale si sta ancora interrogando circa l’apporto che potrà garantire l’ex Cagliari (o meglio, si stava interrogando, perchè ora l’oggetto principale delle perplessità è diventato Nicholas Spolli).

FULMINE- Un fulmine a ciel sereno, sì, per la rapidità delle operazioni (almeno della parte nota a tutti), ma un fulmine anche per la velocità di cui è dotato Victor Ibarbo. Già, perchè è proprio questa la caratteristica principale di un calciatore che, a parte questo, non eccelle in nessun altro aspetto. Il pensiero, in effetti, corre- è proprio il caso di dirlo- a Gervinho, altro giocatore arrivato tra l’indifferenza generale e rivelatosi l’elemento fondamentale di una squadra che, senza l’ivoriano, perde gran parte del suo potenziale. Chissà se Ibarbo saprà ripercorrere le orme dell’ex Arsenal.

L’INFORTUNIO DI ITURBE- L’annuncio del colpo Ibarbo è arrivato praticamente il giorno dopo l’infortunio di Juan Manuel Iturbe, che terrà fuori il “Messi Guaranì” per circa 6 settimane. Considerando la preoccupante tendenza agli infortuni da parte dei giallorossi, un uomo in più nella rosa non potrà che risultare utile, almeno per provare a portare a termine, magari in maniera vincente, una delle tre competizioni in cui la Roma ancora è presente.

COLPO A SORPRESA?- Non possiamo fare previsioni certe sul futuro, se non soltanto parzialmente basandoci sull’esperienza (metodo valido soprattutto per le scienze naturali, assai meno per l’uomo). Guardando alla carriera di Ibarbo, non vediamo elementi che possano fa pensare ad un grande colpo, ma, al massimo, ad un discreto giocatore che potrà ricavarsi il suo spazio. Tuttavia, di nuovo, l’esperienza ci ha insegnato che le previsioni possono essere ribaltate. Fino ad un paio di anni fa, del colombiano si diceva un gran bene, mancandogli soltanto quel pizzico di cattiveria in più per esplodere definitivamente. Ora la sua aura si è un po’ offuscata, sarà compito di Garcia tornare a farla risplendere.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *