Orazio Rotunno
No Comments

Cassano all’Inter, parte seconda: 6 mesi a rischio e costo zero

Ci siamo, il ritorno è quasi pronto: el pibe de Bari si prepara a riabbracciare i neroazzurri un anno e mezzo dopo l'addio. Quali i rischi?

Cassano all’Inter, parte seconda: 6 mesi a rischio e costo zero
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Cassano all’Inter, ci siamo. E’ giunto ieri il primo contatto ufficiale fra i dirigenti neroazzurri ed il procuratore storico del barese, Beppe Bozzo: le parti si aggiorneranno lunedi, magari con un incontro viso a visto presso l’Ata Hotel in occasione dell’ultimo giorno di mercato. Da ricordare che la situazione dell’ex Parma è differente da tutti gli altri in quanto svincolato, avrà dunque sino al 28 febbraio per trovarsi una nuova squadra o resterà ai box almeno sino alla prossima stagione. L’ok di Mancini all’operazione è arrivato, nonostante le dichiarazioni di facciata risalenti a qualche giorno fa lasciate al “Giornale” in cui negava la possibilità.

QUALI RISCHI, QUALI VANTAGGI – A ben vedere, rischi non sembrano stagliarsi all’orizzonte circa un Cassano-bis. La convenienza economica è totale, a costo zero ed un ingaggio che non sarà elevato come quello che lo portò la prima volta in neroazzurro un anno e mezzo fa. A differenza di tutti gli altri giocatori arrivati a gennaio fin qui potrebbe essere tranquillamente inserito nella nuova lista Uefa, non avendo più disputato la competizione col Parma per i noti eventi. La cessione di  Osvaldo e le difficoltà di Palacio rendono necessario reperire sul mercato una nuova punta, Cassano ha dalla sua la possibilità di poter ricoprire il duplice ruolo di prima punta in stile-Totti o da trequartista alle spalle del centravanti: all’occorrenza, magari negli ultimi 20 minuti, anche da attaccante sinistro in un tridente iper-offensivo. L’Inter è una delle pochissime squadre, forse l’unica, dove il barese non è andato via sbattendo la porta: lo confermano le numerose dichiarazioni di stima ed affetto dopo la sua partenza da parte di senatori ed ex compagni, l’invito alle cene di gala di Javier Zanetti al quale ha sempre partecipato e l’accoglienza dei tifosi da ex sempre molto calorosa. La sua fede da bambino è rimasta immutata verso i colori neroazzurri, il triplice impegno dell’Inter fra Italia ed Europa rende indispensabile una nuova leva in attacco, a conti fatti sembrerebbero esserci zero effetti collaterali all’operazione.

Il Cassano combinaguai è passato di moda, i motivi che lo hanno spinto via da Parma sono ben noti e se ha gli stimoli giusti potrà dare il suo contributo grazie ad un talento che anche all’inizio di questa complicata stagione è emerso con 5 gol e il solito rifornimento di assist. Il Cassano-bis è pronto a decollare: sarà un volo felice?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *