Antonio Scali
No Comments

Genoa: no definitivo a Borriello, si a Feddal. Proposto Matri alla Juve

Genoa: no definitivo a Borriello, si a Feddal. Proposto Matri alla Juve
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Enrico Preziosi Genoa

Tanti i nomi accostati al Genoa in queste ultimi giorni di calciomercato. Sia in entrata che in uscita si fanno molte ipotesi per una squadra che tradizionalmente ha cambiato volto nel corso delle varie sessioni di calciomercato. A pochi giorni dalla fine dei giochi il presidente Preziosi ai microfoni di Telenord ha fatto il punto della situazione: “Si parla di Cassano e Borriello che sono grandi giocatori ma la domanda è la stessa di quando avevo Pinilla: come fanno a giocare in questa squadra?”, ha detto il numero uno del Genoa. “Sturaro andrà via e questo ci permetterà di dare maggior spazio a Mandragora. Armero non arriverà e Antonelli resta con noi“. Specie Borriello, il cui nome in questi giorni è stato molto caldo, sembra dunque definitivamente tramontato per i rossoblu.

MATRI POTREBBE PARTIRE- In uscita dovrebbe lasciare il centro di Pegli Sturaro mentre un altro giovane talento lasciato dal Genoa quest’anno, Antonelli, dovrebbe restare. Resta in piedi anche l’ipotesi di una cessione di Matri, l’attaccante sarà fermo ai box per diversi mesi per via di un infortunio, e per questo Preziosi starebbe pensando di venderlo. Secondo quanto riportato da SkySport, il Genoa avrebbe proposto Matri alla Juventus, ma Marotta avrebbe detto di no. Altre squadre che potrebbero essere interessate all’attaccante sono la Lazio e il Cagliari.

FEDDAL A UN PASSO- Come scritto nei giorni scorsi, il Genoa è vicino a chiudere l’acquisto di Feddal dal Palermo: il difensore tornerà al Parma, società che ne detiene il cartellino, per poi essere subito girato ai rossoblu. Per il centrocampo, invece, il Genoa sta provando a inserirsi nella trattativa per il laziale Alvaro Gonzalez. La concorrenza del Parma sembra essere venuta meno, resta ora da convincere Lotito.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *