Kevin Brunetti
No Comments

Nba, i risultati della notte: Irving versione monstre trascina i Cavs, che fine ha fatto Oklahoma City?

Nella notte Nba spicca il career high di 55 punti messo a referto da Kyrie Irving, non bastano invece i 40 di Russell Westbrook a dei Thunder non pervenuti

Nba, i risultati della notte: Irving versione monstre trascina i Cavs, che fine ha fatto Oklahoma City?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La notte Nba appena conclusa ha dato sentenze diverse per Oklahoma City e Cleveland: nei Thunder sono oggi più che mai evidenti i limiti di Coach Scott Brooks, incapace di dare un gioco a una squadra che senza una delle sue stelle proprio non riesce a vincere… Neanche se l’avversaria si chiama Knicks. Attorno ai Cavaliers invece persistono i dubbi sulle chance di vittoria finale, ma in gara secca alle volte Cleveland è uno spettacolo. Irving mette a referto il proprio career high (55 punti), infilando la bellezza di undici triple… Uncle Drew is back in town. 

Brandon Jennings, senza di lui le speranze di un ottavo posto per i Pistons sono ormai quasi nulle

Brandon Jennings, senza di lui le speranze di un ottavo posto per i Pistons sono ormai quasi nulle

EASTERN CONFERENCE – Come sempre partiamo dalla vetta, come sempre partiamo da Atlanta… Ah già, gli Hawks hanno vinto, ma c’era davvero bisogno di dirlo? La vittoria è arrivata per 113-102 contro i Nets, decisiva la prestazione da 28 punti e 15 rimbalzi di Millsap. Un gradino più in basso ecco Toronto, anche i Raptors festeggiano dopo il 119-102 inflitto ai Kings, fondamentale l’apporto dalla panchina di Lou Williams che ha realizzato 27 punti. Meno bene Detroit, con l’infortunio di Jennings le chance di Playoff per i Pistons sembrano essere al lumicino… Tanto più dopo questa pesante sconfitta contro Philadelphia. Detroit tira con un misero 30,7% dal campo, Phila ringrazia e vince 89-69 con Michael Carter-Williams a un rimbalzo dalla tripla doppia. In fondo alla Conference festeggia, anche se solo per una notte, New York che manda al tappeto dei pessimi Thunder per 100-92. Oklahoma City ha chiuso la gara con 10 assist totali, e i 40 punti totali del solo Westbrook non possono bastare a rendere meno amara una sconfitta che adesso fa riflettere sulle speranze Playoff di questi Thunder.

WESTERN CONFERENCE – Partendo dall’alto i primi a vincere questa notte sono i Clippers, trascinati da CP3 battono infatti 94-89 Utah. Vincono anche Houston e San Antonio, i Rockets vincono 99-94 l’importante sfida casalinga contro i Mavs, sfida in cui spiccano i meno punti per Harden e i più punti spartiti tra i compagni, ben sei giocatori hanno infatti chiuso in doppia cifra. Bene anche gli Spurs che stendono Charlotte 95-86 e si godono i soliti Parker e Duncan. Nella corsa Playoff festeggia Phoenix, primo per la sconfitta di Oklahoma City, secondo per la bella vittoria 106-98 contro Washington: nella serata no di John Wall i Suns si fermano ad ammirare un ottimo Goran Dragic. Infine bene Timberwolves e Nuggets: i primi vincono 100-98 contro Boston, i secondi stendono 93-85 i Pelicans di un certo Anthony Davis.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *