Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: OK-c senza Durant, la neve ferma New York

I Thunder si rialzano senza KD, mentre Davis e Zibo trascinano al successo Nola e Memphis. Bufera a NY, rinviate le sfide di Knicks e Nets

Nba, i risultati della notte: OK-c senza Durant, la neve ferma New York
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Programma accorciato nella notte Nba, che, causa peggior tempesta di neve della storia della Grande Mela, non ha visto andare in scena le sfide di Brooklyn (contro Portland) e New York (opposta a Sacramento). Nelle altre cinque sfide spicca il successo dei Thunder, che pur privi del loro faro riescono comunque a dare una regolata ai Minnesota T-Wolves. Scopriamo insieme tutti i risultati:

C'è anche il matchio di Zach Randolph sul successo di Memphis

C’è anche il matchio di Zach Randolph sul successo di Memphis

MEDICINA WOLVES, SUPER ZIBOMinnesota si dimostra ancora una volta la medicina giusta per ogni squadra in crisi, e gli Oklahoma City Thunder non fanno eccezione. Con Kevin Durant a riposo, Okc riesce a rialzare la testa dopo due Ko di fila, strapazzando una delle peggiori squadre dell’Nba. L’attacco Thunder continua a girare a corrente alternata (Westbrook 18 punti, ma con 7/19 dal campo), ed è quindi la difesa a permettere a Brooks di giocarsela fino in fondo. Numerosi i punti in contropiede, contro una Minnesota troppo dipendente dalle giocate di Wiggins. Alla sirena è 92-84 Okc, che riesce con questa W a riportare il record sopra allo 0.500. Tornando alle calamità naturali, l’uragano Zach Randolph si abbatte sugli Orlando Magic, travolti dalla furia sua e dei Memphis Grizzlies. Settima vittoria nelle ultime 8 uscite per Memphis, tornata di prepotenza ai piani alti dopo un periodo altalenante. La batteria offensiva gira alla grande, Zibo arriva alla doppia doppia (24 e 10 rimbalzi, con 6 assist) e per la franchigia della Florida è notte fonda (103-94 il finale).

DAVIS IN SCIOLTEZZA, OK LAC E BOSTONAnthony Davis regola di prepotenza i 76ers, portando nuovamente al successo New Orleans, alla seconda uscita consecutiva tra le mura amiche. Philadelphia era l’avversario giusto per gestire le forze nel Back to Back dei Pelicans, e ottenere una vittoria che profuma decisamente di Playoff. I 32 punti di Davis sono la solita nota lieta, mentre i numerosi assist di Evans blindano un trionfo inevitabile (99-74). Successo esterno per i Boston Celtics, capaci di uscire a testa alta dal parquet degli Utah Jazz. Prince prende per mano i suoi, portandoli alla terza W in quattro partite. Numeri importanti per un team in completa ristrutturazione, mentre non c’è nulla da fare per Hayward (26 punti) e compagni (90-99 alla sirena). Per chiudere, vittoria allo Staples Center per i Los Angeles Clippers, opposti ai Denver Nuggets. Tra gli ospiti si vede finalmente un buon Gallinari (ancora limitato atleticamente), ma nel finale concitato ad avere l’ultima parola è Jamal Crawford, decisivo per il 102-98 con cui si chiude il match.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *