Gianpiero Farina
No Comments

Pagelle Lazio-Milan 3-1: Parolo scatenato, Cataldi che esordio. Mexes, follia allo stato puro

Super Parolo, autore di una doppietta. Ottimo esordio per Cataldi, giovane del vivaio biancoceleste. Mexes perde la testa

Pagelle Lazio-Milan 3-1: Parolo scatenato, Cataldi che esordio. Mexes, follia allo stato puro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Lazio-Milan 3-1, I biancocelesti tornano alla vittoria dopo il ko con il Napoli di domenica scorsa confermandosi una bella realtà del nostro campionato. I rossoneri sempre più in crisi: un solo punto nel 2015. Ecco le nostre pagelle.

Lazio-Milan 3-1 le pagelle.

Lazio-Milan 3-1: le pagelle

PAGELLE LAZIO

MARCHETTI 6- Incolpevole sul gol. Bravo in uscita su Menez nel primo tempo. Nella ripresa rimane in campo nonostante una botta in testa proprio del francese.

BASTA 5,5 – Bene nel secondo tempo ma è il responsabile del gol rossonero.

DE VRIJ 6,5– La fascite plantare l’ha tenuto in dubbio sino all’ultimo. Stringe i denti ma è praticamente perfetto. Alza bandiera bianca dopo poco più di un ora (dal 68′ MAURICIO 6 – Debutto all’Olimpico per lui. Fa capire subito di che pasta è fatto facendo a sportellate con tutti.

CANA 6,5 – Non chiude su Menez in occasione del gol. Cresce con il passare dei minuti sbagliando poco e nulla. Un’altra bella prestazione dopo quella con il Napoli.

RADU 5,5 – C’è un rigore su di lui nei primi minuti. Questo episodio lo innervosisce e commette tantissimi errori.

CATALDI 7 – Non paga lo scotto del debutto. Gioca una partita di altro livello partecipando all’azione del terzo gol con un lancio millimetrico per Candreva. Nella notte di Lazio-Milan potrebbe essere nata una stella.

BIGLIA 6- Il problema alla caviglia lo condiziona nei primi minuti ma poi sale di tono prendendo in mano il centrocampo.

PAROLO 8 – Il grande protagonista di Lazio-Milan. Altra doppietta ai rossoneri dopo quella dello scorso anno con la maglia del Parma. Gioca praticamente da attaccante aggiunto vista la sua perfezione e il suo tempismo negli inserimenti.

CANDREVA 6,5 – Un treno che non si ferma mai. Va vicinissimo al gol nel primo tempo. E’ sempre l’uomo più pericoloso dei biancocelesti.

KLOSE 7 – Assist e gol per l’attaccante tedesco che offre una bella prestazione che potrebbe scacciare ogni polemica e ipotesi di cessione (dall’74’ DJORDJEVIC s.v. – Entra e si fa male proprio nell’azione del terzo gol. Frattura al malleolo: stagione praticamente finita). Dall’83’ KEITA s.v.

MAURI 6,5- Tatticamente il giocatore più importante della squadra di Pioli. Fondamentale il suo lavoro tra le linee.

PAGELLE MILAN

DIEGO LOPEZ 6,5 – Se il primo tempo di Lazio-Milan finisce 0-1 gran parte del merito è suo. Chiude su Klose e Candreva. Conferma di essere un gran portiere.

ABATE 5,5 – Ci mette impegno e grinta ma crolla nel secondo tempo mettendo in evidenza tutti i suoi limiti.

MEXES 4 – Follia allo stato puro. Il francese perde la testa nei minuti di recupero. La ciliegina sulla torta di una prestazione disastrosa e inguardabile.

ALEX 5,5 – Alterna buone cose ad errori. Nella ripresa va in bambola anche lui.

ARMERO 4,5 – A fine partita aveva sicuramente il mal di testa. Con Candreva non la vede mai.

MONTOLIVO 5 – L’assist a Klose per il 2-1 è il suo. E questo la dice tutta sulla sua prestazione.

POLI 5 – Dopo un buon primo tempo, un disastro nella ripresa. Si perde Parolo nell’occasione del gol. E da lì non ne azzecca più una (dall’83’ MUNTARI s.v.).

VAN GINKEL 5 – L’oggetto misterioso del Milan. Completamente fuori dal gioco come se fosse un pesce fuor d’acqua (dall 55′ PAZZINI 5 – La mossa della disperazione di Inzaghi che però non porta i frutti sperati).

BONAVENTURA 6 – Gioca un discreto primo tempo. Lascia il campo per un infortunio (dal 52′ CERCI 5 – Tanto fumo e niente arrosto. Non si rende mai pericoloso).

MENEZ 6,5 – Decimo gol in campionato. E’ l’ultimo ad arrendersi e a volte sembra l’unico all’altezza della situazione.

EL SHAARAWY 5 – Qualche buona giocata in ripartenza e niente più E’ l’ombra di se stesso.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *