Enrico Steidler
1 Comment

Roberto Baggio, il buddista con la doppietta “impallinato” dagli animalisti

L'associazione "100% animalisti" tappezza i muri di Caldogno - cittadina natale del Divin Codino - con decine di manifesti su cui si legge: "Roberto Baggio, il tuo passato non cancella l’odore... Cinghiali o cormorani nessuna differenza, abbiamo perso la pazienza"

Roberto Baggio, il buddista con la doppietta “impallinato” dagli animalisti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Prendete una Provincia (Vicenza) e la sua decisione di proteggere una specie a rischio di estinzione come la trota salmonata. Le cause sono note, e hanno le sembianze di due temibili “serial killer”: i pescatori e i cormorani. Ora, siccome non è possibile decimare la popolazione dei primi, allora è il cormorano che deve morire si sono detti fra loro i burocrati di un ente che doveva lui sì estinguersi e invece è ancora lì.  “Lo chiamano ‘piano di contenimento’ – si legge sul sito dell’associazione responsabile del blitz anti-Baggio – in realtà è la solita scusa per ‘lisciare’ i cacciatori. La stagione venatoria è ormai finita ma questi assassini legalizzati devono riscuotere i voti che hanno dato ai politici di turno. Se non sono le nutrie, sono i caprioli, se non sono i cinghiali, sono i cormorani, l’importante è continuare ad uccidere!”.

Ma che bei momenti: ecco la targa conferita nel 2012 dall'assessore alla caccia della Provincia di Vicenza Marcello Spigolon a Roberto baggio per la sua partecipazione a una manifestazione venatoria

Ma che bei momenti: ecco la targa conferita nel 2012 dall’assessore alla caccia della Provincia di Vicenza Marcello Spigolon a Roberto Baggio per la sua partecipazione a una manifestazione venatoria

LA DOPPIETTA SOTTO LA TONACA – Ok, ma che c’entra tutto questo con il Divin Codino? “Già lo scorso anno la provincia autorizzò una strage di Cormorani, sempre con la solita scusa – scrivono gli attivisti spiegando il perchè e il percome – Tra i presunti cecchini c’era anche Roberto Baggio (non a caso il principale bersaglio del nostro blitz notturno), notizia annunciata dai giornalisti locali e mai smentita. Del resto molti Italiani non sanno che Roberto Baggio è un noto cacciatore, quindi per l’ex giocatore del Brescia, meglio non farlo sapere troppo in giro, dato che il 90% degli Italiani disprezza profondamente i cacciatori“. Facciamolo sapere a tutti, quindi, come si trastulla il caldognese più amato dagli italiani, gridiamolo al mondo. E già che ci siamo – aggiunge chi scrive – mettiamo in risalto anche un altro “piccoloparticolare del nostro specialista in agguati, e vediamo se tutto ciò si concilia con i suoi passatempi ferini oppure no.

LOTTA ARMATA PER IL BUDDISMO “È stata la fortuna della mia vita” disse Baggio a proposito della sua scelta buddista. Era lo scorso 27 ottobre, e il Divin Codino aveva appena presenziato all’inaugurazione del più grande luogo di culto buddista d’Europa, il Centro culturale Ikeda di Corsico (Milano). Un punto di riferimentospirituale“, quindi, una punta di diamante mediatica come può esserlo Tom Cruise per Scientology (ma con la differenza che il buddismo è una cosa seria): ecco chi è l’uomo che si diletta a fare strage di creature indifese. Possibile? Sì, certo, possibilissimo, perchè prima di essere buddista Roberto Baggio è italiano, e si sa che da noi le eccezioni contano più della regola. Il rispetto della vita di qualunque essere senziente è un dogma? Ok: basta uccidere con amore, allora, e il gioco è fatto; basta premere il grilletto con dolcezza e la coscienza è salva. Nam myoho renge bang bang.

Nessuno, neppure l’avvocato del diavolo si sognerebbe mai di difendere la causa di chi uccide per divertimento (un conto è perorare le cause spregevoli, un altro quelle spregevoli e perse in partenza). Nessuno. Tranne il divin buddista, naturalmente.

Enrico Steidler

Share Button

One Response to Roberto Baggio, il buddista con la doppietta “impallinato” dagli animalisti

  1. Patrizia 25 gennaio 2015 at 16:32

    Con tutto il cuore ringrazio che ha voluto mettere in risalto questo fatto . È vero Baggio uno degli sportivi più amato dagli italiani è anche Buddista il che nell’immaginario collettivo lascia spazio a pensieri di grande integrità. Tutto gli si perdona anche il fatidico rigore mancato e questo anche per quello che le persone credono essere il suo grande amore per il creato e invece……….. grazie per averci aperto gli occhi!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *