Maria Paola Maisto
1 Comment

A.A.A. Felicità cercasi

Siamo tutti alla ricerca della felicità ma nessuno si sofferma e riflette, ci fa quasi paura

A.A.A. Felicità cercasi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
La felicità naviga dentro te

La felicità naviga dentro te

Ti sei mai chiesto che cos’è la felicità? Ne siamo tutti alla ricerca ma nessuno si sofferma, nessuno riflette, ci fa quasi paura e tendiamo ad incolpare gli altri per il nostro stato di infelicità.

ESSERE FELICI – Se dovessi pensare all’ultimo istante in cui sei stato felice, cosa arriva alla tua mente? Oggi si ha la convinzione che l’essere felici possa dipendere dal possedimento di qualcosa o qualcuno. Una mattina ti alzi e vai dal parrucchiere dai una spuntatina ai capelli e magari cambi anche il colore, presa dall’entusiasmo ti fermi nel negozio più “in” del corso e compri un bel vestito e perché no? anche un paio di décolleté, in quell’istante esatto tutto sembra paradisiaco, ma BBBUM, torni a casa e non è avvenuto alcun cambiamento se non per i tuoi capelli e per la tua tasca.

POSSEDERE QUALCUNO – Nello stesso attimo vorresti una persona da amare, con cui condividere momenti, emozioni, sentimenti, pensi che l’amore sia l’essenza della  vita e solo esso può renderti felice quando arriva però non sei in grado di gestirlo. Vogliamo convincerci che la felicità sia fuggire dal dolore e cercare la gioia, un perenne stato di continua allegria, raggiungendo l’apice del piacere, ma tutto questo è momentaneo, come quando si assume una sostanza stupefacente. La felicità non sono le scarpe alla moda, il vestito nuovo o l’amore, la vera felicità naviga dentro te, SIAMO NOI RESPONSABILI DELLA NOSTRA FELICITA’.

IL NOSTRO IO – L’essenza sta nel poter essere spettatori della propria vita e poter dire che a tutto ciò non manca nulla, per fare questo abbiamo bisogno di ascoltare il nostro io, scoprire noi stessi, arrivare alla consapevolezza di ciò che siamo e che vorremmo essere, eliminando ciò che abbiamo inserito per comodità o per altri bisogni, l’antidoto è riuscire a stare bene con se stessi, così facendo sarai in grado di scalare anche l’Everest. Aprirai la porta alla tristezza, alla gioia, alla malattia, alla bellezza, al dolore, all’entusiasmo, alla delusione, alla vita, nulla potrà fermarti.

Roberto Benigni  disse : “La felicità ce l’hanno data in dote fin da bambini ed era un regalo così bello che l’abbiamo nascosto, come fanno i cani con l’osso quando lo nascondono e molti di noi l’hanno nascosta così bene che non si ricordano dove l’hanno messa, ma ce l’abbiamo, è nel nostro DNA. Guardate in tutti i ripostigli, gli scaffali, gli scomparti della vostra anima, buttate tutto all’aria: i cassetti, i comodini, vedete che esce fuori, c’è la felicità, provate a voltarvi di scatto magari la pigliate di sorpresa, dobbiamo pensarci sempre alla felicità e anche se lei qualche volta si dimentica di noi, noi non ci dobbiamo mai dimenticare di lei, fino all’ultimo giorno della nostra vita.”

Share Button

One Response to A.A.A. Felicità cercasi

  1. paolo 27 gennaio 2015 at 20:47

    E’ vero siamo noi i responsabili della nostra felicità e quindi dobbiamo impegnarci a trovarla e anche se a volte è difficile, ciò non importa, l’importante e cercarla.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *