Orazio Rotunno
No Comments

Australian Open, Seppi batte Federer: Presidente subito!

Fantasmagorica impresa dell'altoatesino che batte lo svizzero in 4 set: ora è agli ottavi degli Australian Open

Australian Open, Seppi batte Federer: Presidente subito!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Straordinario Andreas Seppi che in quasi 3 ore di match ha la meglio del 17 volte vincitore di un torneo del Grande Slam, 4 volte a Melbourne, Roger Federer. L’altoatesino si qualifica così per gli ottavi di finale del torneo australiano, dove incontrerà l’idolo di casa e di origini greche Nick Kyrgios. Un match alla portata dell’azzurro, ma a cospetto del rampante canguro che è balzato alle cronache la scorsa estate battendo sul prato verde di Wimbledon Rafael Nadal.

Per il trentenne italiano si aprono spiragli interessantissimi dal proprio lato di tabellone, con la possibilità di raggiungere per la prima volta in carriera un quarto di finale in uno Slam. Per ben 4 volte si è invece fermato agli ottavi, 2 in Australia, 1 a Wimbledon ed 1 a Parigi. La stagione 2015 di Seppi aveva già dato modo di intravedere qualcosa di molto interessante, soprattutto rispetto alle ultime 2 sfortunate stagioni: raggiunta la semifinale a Doha, persa contro il futuro vincitore del torneo David Ferrer: agli Australian Open si è dunque presentato in ottime condizioni, ma nessuno poteva immaginare un epilogo simile. Nei 10 precedenti con la leggenda svizzera, Seppi aveva racimolato la miseria di 1 set: oggi ha chiuso col punteggio di 6-4, 7-6, 4-6, 7-6. Non solo, lo ha fatto con un passante sul match-point che entra di diritto nella storia del tennis come uno dei più incredibili visti su un campo da gioco, soprattutto in considerazione del fatto che valesse il match contro Re Roger. “E’stato bellissimo ricevere i suoi complimenti, soprattutto per come ho chiuso sul match point“. Un Federer anche nella sconfitta un signore, oltrepassando la rete per abbracciare il rivale, congratulandosi con un sincero sorriso.

In un’Italia dove chiunque viene proposto al Quirinale, beh, Andreas Seppi porta in dote un curriculum di tutto rispetto: ha spodestato il Re. Con la metà del talento di Fognini, ma un cervello ben funzionante, ottiene un risultato straordinario.

Capito Fabio?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *