Edoardo Baracco
No Comments

Nba, il quintetto della notte: Leonard show contro Denver, devastanti Westbrook-Durant

Due partite nella notte Nba. Leonard show contro Denver, bene anche Parker che ne mette 18. Westbrook e Durant espugnano Miami

Nba, il quintetto della notte: Leonard show contro Denver, devastanti Westbrook-Durant
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Kawhi Leonard (17-15-3): è tornato, eccome se è tornato. Vittoria convincente quella degli Spurs contro Denver, che sembrano aver ritrovato una certa continuità di gioco e di risultati, letteralmente trascinati dal rientrante Leonard. Partita pazzesca la sua, 17 punti e 15 rimbalzi, mostruoso Kawhi. Mancava sul serio un lavoratore come lui e probabilmente serviva davvero un suo rientro per far tornare in carreggiata Duncan e compagnia. Si pensava potesse metterci un pò a carburare il ritmo partita, e invece, gioca come se non se ne fosse mai andato. Magnifico.

Tony Parker (18-4-7): non è però l’unico, in questa notte Nba, ad illuminare il parquet nella vittoria sui Nuggets. In campo c’è anche Tony, e si sente. Il playmaker francese mette a referto 18 punti e 7 assist fondamentali per la vittoria finale. Da solo non fa miracoli, il ritorno di Leonard è importantissimo anche per le prestazioni di tutti i compagni. Un lavoratore come lui mancava come il pane a questa squadra, e Parker, anche a questo giro, ringrazia.

Kenneth Faried (26-14-1): c’è gloria anche per gli sconfitti. La vittoria per gli Spurs, in fin dei conti, conta solo 10 punti di vantaggio. Il buon Faried, insieme ad Afflalo, ha tenuto in vita i Nuggets mettendo a segno 26 punti e collezionando 14 rimbalzi. Cifre grosse, soprattutto se poi esci dal campo sconfitto. Ottima la partita della giovane ala grande di Newark, ma nulla ha potuto contro lo strapotere di San Antonio.

Russel Westbrook (19-10-6): nell’altra partita della notte Oklahoma espugna l’American Airlines Arena di Miami. Partita sontuosa del solito duo Durant-Westbrook. Russel mette a segno 19 punti e 10 rimbalzi. Solita corsa, tanta corsa per il numero 0 dei Thunder. Il gregario si conferma devastante con Kevin in campo, si sente più protetto mettiamola così. Ha meno pressioni e gioca in modo veramente devastante. Questi due insieme continuano a dare spettacolo.

Kevin Durant (19-8-8): difatti il quinto top player di giornata è proprio Durant. Anche per lui 19 punti a referto e una buona partita da parte del 35. Con lui in campo la squadra gioca meglio, si sente più libera di rischiare perché sa che comunque qualcuno che può infilare la giocata decisiva c’è. Sta carburando pian piano e continuando di questo passo, anche quest’anno, i Thunder ai play-off potranno dire la loro.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *