Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: i Cavs matano i Bulls, soliti Warriors

Cleveland gioca di squadra e supera Chicago, mentre Golden State è inarrestabile. Ok Houston, Atlanta e Toronto, risveglio NY

Nba, i risultati della notte: i Cavs matano i Bulls, soliti Warriors
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pieno di gare nella notte Nba, che ha visto scendere in campo quasi tutte le sue squadre. Sono state ben 12 le partite, tra le quali spicca la sfida tutta interna alla Eastern Conference tra Chicago Bulls e Cleveland Cavaliers. In campo anche Golden State, Dallas (a Memphis) e Houston. Vediamo insieme tutti i risultati del Martin Luther King Day.

James Harden, leader degli Houston Rockets.

James Harden, leader degli Houston Rockets.

COLPO CAVS A CHICAGO, GS NELLA STRATOSFERAMozgov comanda sotto canestro, i Cavs giocano finalmente di squadra e LeBron James a fine partita può finalmente esibire un sorriso smagliante. Cleveland vince meritatamente una partita giocata stupendamente, e a farne le spese sono i Chicago Bulls, privi di Noah e Dunleavy e preda della poca continuità nel match di Rose e Gasol. In Ohio finisce 108-94, per i Cavs terzo successo consecutivo. Il volo dei Golden State Warriors non intende terminare, e ormai l’atmosfera è stata perforata. Splash Brothers sugli scudi, coach Kerr ormai ha in mano una corazzata, mentre Denver si lecca le ferite (122-79 alla sirena, 55-28 all’intervallo lungo) e rimane nel limbo, nè carne nè pesce. Memphis continua a balbettare tra le mura amiche, uscendo sconfitta dal confronto con una Dallas non irresistibile. Rondo è tranquillo, Nowitzki si sveglia tardi e allora sono Ellis e Parson a guidare i texani al vantaggio, blindato dal ritorno del tedescone nel finale (95-103).

BENE HOUSTON E TORONTO, RISVEGLIO NYToronto prova a uscire dalla sua crisi, vincendo un match nervoso contro i Milwaukee Bucks. I canadesi distribuiscono bene i punti (6 in doppia cifra) e vincono in rimonta nel finale, 89-92. Houston infrange i sogni di Indiana, con i 45 punti del Barba Harden a fare la differenza nel 110-98 finale. Portland riesce a trionfare nonostante l’infortunio alla mano di Aldridge (98-94 sui Sacramento Kings), mentre i Knicks tornano clamorosamente a vincere sui Pelicans, interrompendo la striscia di 16 sconfitte di fila (99-92).

LE ALTRE –

Charlotte Hornets – Minnesota T-Wolves  105-80

Washington Wizards – Philadelphia 76ers 111-76

Atlanta Hawks – Detroit Pistons 93-82

Los Angeles Clippers – Boston Celtics 102-93

Phoenix Suns – Los Angeles Lakers 115-100

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *