Raul Parrella
No Comments

Lucas Barrios, la ‘Pantera’ giramondo

Lucas Barrios, la pantera paraguaiana è di nuovo pronta a colpire con la nuova maglia del Montpellier.

Lucas Barrios, la ‘Pantera’ giramondo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Chiariamo subito le carte in tavola, stiamo parlando di un argentino naturalizzato paraguaiano e già questo dimostra che Lucas Barrios non è uno come tanti. Il ragazzo nasce a San Fernando il 13 novembre 1984 e già da subito si evince di come il cambiar squadra sia nel suo DNA. Dal 2003, a soli 19 anni, al 2007 cambierà 6 squadre in tutto mettendo a segno tante reti. Ma il suo habitat, quello che gli permetterà di esplodere definitivamente lo troverà al Colo Colo (in Cile) dove segnerà 49 reti in 53 partite, insomma una media assurda. Vincerà il titolo di capocannoniere sia del torneo di Apertura sia del torneo che vedrà campione la sua squadra, cioe quello di Clausura. Il calcio sud americano inizierà a stargli stretto e infatti nel Luglio del 2009 verrà acquistato dal Dortmund e portato in Germania per stupire anche il popolo europeo.

Lucas Barrios, ai tempi del Borussia Dortmund

Lucas Barrios, ai tempi del Borussia Dortmund

E ci riuscirà perchè al primo anno di Bundesliga, Lucas Barrios, metterà a segno 17 reti e si piazzerà terzo dietro a Stefan Kießling e Edin Dzeko nella classifica marcatori e riuscirà col Borussia a centrare la qualificazione in Coppa Uefa sfiorando quella per la Champions League. Le cose per la pantera inizieranno ad andare abbastanza bene tanto che arriveranno le convocazioni per il mondiale Sud-Africano e per la Coppa America, sempre con il suo Paraguay. Ma proprio l’esperienza sud americana distruggerà i sogni di Barrios che a causa di un infortunio, che lo terrà fermo per 73 giorni, perderà il posto al Dortmund a scapito di un certo Robert Lewandowski. Lo cercheranno in tanti ma il 2 maggio del 2012 deciderà di emigrare in Cina nella squadra di Marcello Lippi, forse per soldi, ma non riuscirà a concludere niente di buono e nel 2013 approderà allo Spartak Mosca ma anche qui la pantera sembrerà chiusa in una gabbia dorata ma gelida, sia dal punto di vista delle prestazioni che del clima. Ma poi arriva quella che sembra la svolta, Lucas Barrios, questa estate passa al Montpellier in Francia e indovinate un po’? 14 partite con sette gol, la media è facile da calcolare. Un gol ogni due partite anche se nell’ultimo turno ha realizzato una tripletta ma questi sono dettagli. Forse sarà affrettato ma a quanto pare la pantera è tornata, pronta a colpire, questa volta in territorio francese. Ormai le vecchie ferite sono curate, per la pantera è il momento di attaccare.

Raul Parrella

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *