Antonio Casu
No Comments

Toronto, Giovinco e Bony: i sogni son desideri!

Dai desideri canadesi del folletto bianconero alla nuova avventura dell'ivoriano: gli "Sfigati del lunedì" si tingono di blu...

Toronto, Giovinco e Bony: i sogni son desideri!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Wilfried Bony, punta ivoriana dello Swansea

Wilfried Bony ha coronato il sogno di una vita: vestire la maglia del City! Wow…

Maledetto Blue Monday. Secondo le false analisi di un fantomatico psicologo, la giornata in corso è la più triste dell’anno. Nessun sorriso, ma solo ventiquattr’ore cupe da trascorrere per quanto possibile lontani dalle ansie della vita quotidiana. È così per tutti, meno due. Sebastian Giovinco e Wilfried Bony, infatti, stanno vivendo un giorno indimenticabile, illuminati dalla luce di due desideri realizzati. Uno ha scoperto l’America, l’altro ha coronato il sogno di una vita. Tuttavia, gli “Sfigati del lunedì” sono in agguato e si apprestano a tingere il loro lunedì di blu. E dire che pensavano ad un futuro roseo…

LI VALE TUTTI! – Sei milioni di euro a stagione, esclusi bonus e diritti d’immagine. Gli incassi personali si aggireranno sui dieci milioni circa per cinque stagioni. Sì, il Toronto lo voleva a tutti i costi. Tutti! Normalissimo, visto che si tratta di uno dei calciatori italiani più forti di tutti i tempi. Ancora più chiaro il motivo se si verifica il rendimento di cotanto fenomeno. Sette presenze stagionali in Serie A e zero gol, tre in Champions (anche in questo caso a reti inviolate) e una in Coppa Italia con la bellezza di due segnature. Se si considera anche la scorsa stagione, i dati sono ancora più incredibili: trenta presenze e tre gol! Sì, questi sono numeri da top player mondiale, altro che sei milioni! Sono pochi! La classe cristallina di Sebastian Giovinco ha offuscato le menti dei dirigenti canadesi, capaci di assicurarsi a cifre modiche un grandissimo campione. Stop. Forse c’è qualcosa che non va. Giovinco? Non si parla di Totti? Non hanno regalato un ultimo palcoscenico a Del Piero? No, è Giovinco. Boh. Contenti loro. Più che un sogno, forse è un incubo.

Per Ibrahimovic avevano proposto la cessione delle cascate del Niagara…

IL CITY È IL CITY! – Dai sogni canadesi di Giovinco a quelli di un attaccante che inseguiva una maglia da quando era ragazzino. Wilfried Bony, punta ivoriana ex Swansea, è stato acquistato nei giorni scorsi dal Manchester City. L’importante cifra spesa (in questo caso giustificabile) dai Citizens, capaci di investire 38 milioni di euro per assicurarsi le sue prestazioni, ha colmato di gioia il ventiseienne, che si è presentato ai nuovi tifosi con grande entusiasmo. Sì, forse troppo! Bony ha infatti affermato di aver sognato la maglia del City per quindici anni. Quindici! Stop. Ancora una volta. Quindici anni fa il City  era appena stato promosso dalla terza alla seconda divisione inglese. Eh sì, quante emozioni regalava quel City! Era normalissimo innamorarsene a prima vista! Il giovane Wilfried, chiuso in camera sua, tifava la seconda squadra di Manchester con addosso la maglia del celeberrimo K’akhaber Tskhadadze (non sono presenti errori di battitura), difensore georgiano che scrisse la storia del club in quegli anni. Altro che Kompany! A quei tempi il City aveva lo stesso appeal dei giorni d’oggi! Eh sì! Il Blue Monday di Bony è in realtà azzurro. Azzurro come la maglia dei suoi sogni!

Bah…

 

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *