Gianpiero Farina
No Comments

All Star Game: vince il Named Sport Team 146-143

La squadra di Pozzecco, che gioca anche qualche minuto, batte quella di Buscaglia

All Star Game: vince il Named Sport Team 146-143
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Con la Serie A Beko in pausa dopo la fine  del girone andata con Milano saldamente in vetta seguita da Sassari e Reggio Emilia, il nostro basket non si è fermato. Infatti. in un Palaolimpia di Verona che ha fatto registrare il pienone, è andato in scena L’All Star Game 2015. E’ stato un grande spettacolo con il successo per 146-143 del Named Sport Team, allenato da Pozzecco, che, a sorpresa, ha giocato per qualche minuto,sul Dolomiti Energia Team di coach Buscaglia.

DIVERTIMENTO SENZA DIFESE – Alley oop, schiacciate e tiri da tre da distanze distanze siderale con le difese praticamente e volutamente assenti: questo è l’All Star Game, in perfetto stile NBA. Il primo quarto termina 48-37 per il Dolomiti Energia Team con un super Mitchell. Nella pausa spazio alla gara dal tiro da tre vinta da uno scatenato Rautins. Il secondo quarto segue il trend del primo e si va a riposo sul 79-74. Ed ecco che all’intervallo è tempo dell’attesissima gara delle schiacciate: adrenalina allo stato puro e trofeo portato a casa da Mitchell.

Pozzecco è tornato in campo nell'All Star Game 2015.

Pozzecco è tornato in campo nell’All Star Game 2015

POZZECCO, CHE SHOW!  –  Stessa musica nel secondo tempo dell’All Star Game con difese però un po’ più presenti e concentrate per dare un po’ di pepe alla partita. Un vero e proprio show con il pubblico, soprattutto quello più giovane, in visibilio. Ma il pezzo forte arriva nei minuti finali quando in campo scende Gianmarco Pozzecco: alley oop per il suo giocatore alla Openjobmetis Eyenga, tunnel in palleggio a Mitchell e anche un rimbalzo. Il Named  Sport Team vince 146-143 con il varesino Christian Eyenga MVP del  match. Ma tutti, soprattutto gli spettatori, sono felici e contenti. Con l’All Star Game appuntamento al prossimo anno. E domenica riparte il campionato. Per il basket italiano non c’è mai un attimo di pausa.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *