Gianmarco Calfa
No Comments

Australian Open 2015: Delpo si ritira, Nole e Serena i favoriti

L'argentino si ritira, Djokovic e la Williams restano i favoriti, dietro di loro l'ombra di King Roger e Sharapova. Italiani con sorteggi sfavorevoli, derby Pennetta-Giorgi al primo turno.

Australian Open 2015: Delpo si ritira, Nole e Serena i favoriti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Australian Open 2015 ai nastri di partenza. La notizia fresca nella nottata è stato il ritiro di Juan Martin Del Potro, comunicato in conferenza stampa a Melbourne. Il resto invece resta inalterato fino a stanotte, quando alle 11 ora australiana, l’1 ora italiana, Karin Knapp aprirà il torneo contro la rumena Simona Halep, numero 3 del seeding. Come sempre il torneo australiano può portare qualche sin dall’inizio, viste le temperature elevate dell’estate australiana e non tutti i giocatori hanno la stessa capacità di adattamento a questa situazione particolare. Ma andiamo a esaminare il tabellone e partiamo dalle 8 teste di serie maschili: stanotte il primo sarà Andy Murray, numero 6 che si confronterà con l’indiano Bhambri, un turno tutto sommato agevole, il britannico dovrà dimostrare di aver recuperato dall’ultimo periodo dell’anno scorso, già parzialmente dimostrato con la vittoria su Nadal al Mubhadala Invitational. Poi sarà la volta sulla Rod Laver Arena di Rafa Nadal, testa di serie numero 3 che si confronterà con il pazzo Mikhail Youzhny, russo dal talento cristallino ma poco costante. Roger Federer giocherà non prima delle  7 australiane contro Yen-Hsun Lu, giocatore ostico ma insomma King Roger non dovrebbe avere problemi, visto il gioco espresso a Brisbane nella settimana passata. Attenzione a Thomas Berdych, giocherà contro Alejandro Falla, colombiano che due anni fa portò Federer al quinto a Wimbledon, giocatore ostico anche sul veloce e abituato a certe temperature. Domani scenderanno in campo gli altri 4, Novak Djokovic, numero 1 del torneo e favorito del torneo, giocherà contro Aljaz Bedene, sloveno fresco finalista a Chennai, buon giocatore che ha anche militato a Udine nella nostra serie A1, per Stan Wawrinka quarta testa di serie , vincitore della scorsa edizione dell’Australian Open, c’è il turco Marsel Ilhan, turno che dovrebbe essere una passeggiata. Raonic, numero 8 del torneo, giocherà con l’ucraino Marchenko, se risponderà bene porterà agevolmente a casa il match, ultimo Kei Nishikori, numero 5, affronterà Nicolas Almagro, spagnolo tosto anche se sul veloce non ha mai reso abbastanza da diventare un top player.

Djokovic ai nastri di partenza, punta alla vittoria dell'Australian Open

Djokovic ai nastri di partenza, punta alla vittoria dell’Australian Open

Tra le donne affare delicato: già detto della Halep, a seguire scenderà in campo Ana Ivanovic, numero 5, che affronterà Lucie Hradecka, ceca doppista di Fed Cup; Maria Sharapova, numero 2 del seeding, esordirà nell’ultimo match di giornata sulla Rod Laver Arena contro Petra Martic, un match delicato, visto che la Martic è data come astro nascente del tennis. Eugenie Bouchard, numero 6,  affronterà Ana-Lena Friedsam, tedesca che no dovrebbe rappresentare un grosso ostacolo. Nella notte tra 19 e 20 gennaio scenderà in campo la numero 1 Serena Williams, favorita al titolo, contro la belga Van Uytvanck, turno agevole, non dovrebbero esserci sorprese. La sorpresa potrebbe trovarsi invece nel match di esordio di Dominika Cibulkova, numero 11 del seeding ed ex finalista dell’Australian Open 2014, che giocherà contro la belga Kirsten Flipkens, ex numero 13 del mondo. Tornando alle prime 8, Radwanska, numero 6 affronterà la Nara; Petra Kvitova vincitrice del torneo di Sidney giocherà contro la belga Hogenkamp, mentre Caroline Wozniacki, numero 8, se la vedrà contro la talentuosa Taylor Townsend, fenomeno esploso al Roland Garros l’anno scorso.

Manca il capitolo italiani: turni complessi per molti dei nostri. Stanotte esordisce Sara Errani contro la statunitense Min, Roberta Vinci contro la serba Bojana Jovanovski, che potrebbe rappresentare un ostacolo duro; Simone Bolelli se la vedrà con Juan Monaco, argentino difficile ma il “Bole” è in forma e può fare il colpaccio. Infine il match degli Slam che tortura Andreas Seppi: contro Istomin ha quasi sempre vinto, ma anche spesso al quinto set, quindi match duro e imprevedibile. Domani invece giocheranno gli altri. “Paolino” Lorenzi contro Dolgopolov appare un match complicato, di certo c’è che il toscano non molla mai; Fognini, numero 16, dovrebbe passare contro il tosto Alejandro Gonzalez. Tra le donne c’è il derby fratricida Pennetta-Giorgi, l’anno scorso vinto facile dalla Giorgi mentre la Schiavone se la vedrà con la corpulenta Coco Wandeweghe.

Rubrica match del giorno: l’Australian Open ci offre subito tre match spettacolari, il bulgaro Dimitrov, numero 10, affronterà “Dreddy” Dustin Brown in un match dall’alto tasso dello spettacolo; Ernest Gulbis, numero 11, se la vedrà con Kokkinakis astro nascente australiano, in un match che promette scintille; ultimo Borna Coric, giustiziere di Nadal a Basilea che giocherà contro il francese Chardy: vediamo se il talento croato riemerge dagli ultimi risultati negativi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *