Gianpiero Farina
No Comments

Pioli in conferenza stampa: “Emergenza infortuni? Un’occasione per dimostrare che siamo una squadra”

Il tecnico biancoceleste parla alla vigilia della sfida con il Napoli

Pioli in conferenza stampa: “Emergenza infortuni? Un’occasione per dimostrare che siamo una squadra”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non molla Pioli. Dopo la bella vittoria in Coppa Italia con il Torino, la Lazio si rituffa nel campionato per affrontare il Napoli in una sfida dal profumo di Champions. Ma lo fa in piena emergenza infortuni: agli infortunati di lungo corso Gentiletti, Braafheid e Ciani, si sono aggiunti Lulic, già assente al derby, Felipe Anderson, De Vrij e, notizia dell’ultim’ora, Stefano Mauri. In più mancherà lo squalificato Federico Marchetti. Ma Stefano Pioli, stando alle sue parole in conferenza stampa, cerca di non abbattersi e di fare di necessità virtù.

Sugli infortuni: “Sono situazioni che purtroppo fanno parte della nostra stagione. Ragioniamo pensando che questa sia un’occasione. Dobbiamo dimostrare di essere una squadra. Mercoledì ho solo avuto sensazioni positive dalla partita con il Torino”.

La partita: “Questa partita vale tanto perché è uno scontro diretto.E’ chiaro il campionato è lungo e che all’inizio c’erano altri verdetti. Siamo arrivati al terzo posto meritatamente e faremo di tutto per mantenerlo. Loro in questo momento sono i nostri diretti avversari. Il Napoli da diversi anni affronta questi tipi di incontri. Siamo consapevoli di affrontare una squadra forte e di qualità. Ma lo siamo anche noi. Per mentalità siamo due squadre simili. Vogliamo entrambe essere aggressive e pericolose in fase offensiva. Vincerà che giocherà la partita migliore dal punto di vista tecnico”.

 Keita:Sono arrivate risposte importanti da tutti quelli che ho impiegato mercoledì. Hanno avuto la stessa voglia di fare la partita e abbiamo ottenuto il risultato contro un avversario molto difficile. Keita è un grandissimo talento. E’ migliorato ma può farlo ancora. Un giocatore, in 90 minuti, rimane in possesso palla al massimo per 3 minuti. Quindi deve essere bravo soprattutto senza”.

Cataldi: “Cataldi non giocherà ma non per la giovane età. Ha giocato la prima partita dopo un lungo periodo di stop. Non credo abbia la condizione per partire dall’inizio”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *