Antonio Foccillo
No Comments

Juventus, gli acquisti di gennaio sono Giovinco e Coman

Juventus, gli acquisti di gennaio sono Giovinco e Coman
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Juventus Coman

Kingsley Coman, nuova stella della Juventus

Autori di una grande prestazione in Coppa Italia, Giovinco e Coman si propongono come grandi protagonisti della seconda parte di stagione per la Juventus.

ALLEGRI, COME FARAI A TENERLI FUORI ? – Più volte accusato di non essere in grado di reggere il peso della maglia bianconera, Sebastian con una doppietta ha dimostrato di poter ancora ambire a ricoprire un ruolo importante in questa squadra, anche se non in prima linea. Probabilmente il ruolo a lui più congeniale è proprio quello di ala sinistra, libero da compiti difensivi che possono essere tranquillamente svolti dalla mezz’ala sulla sua verticale – Pogba- . Grazie anche alla presenza di Pepe sull’altra fascia, il gioco della Juve è diventato molto più imprevedibile, regalando soluzioni offensive sugli esterni che permettono gli inserimenti centrali dopo aver allargato le maglie difensive. Con il suo dribbling e la sua rapidità, la formica atomica è stata una costante spina nel fianco.

Stesso discorso per Coman. L’incessante ricerca di un uomo di qualità, in grado di giocare sia al centro che sull’esterno, potrebbe essere risolto proprio dal giovanissimo francese. Allegri sa di avere tra le mani un diamante grezzo, proprio com’era Pogba nella sua prima stagione in bianconero, quando Conte, con pazienza e senza forzare, lo inserì piano piano nei suoi schemi, facendolo diventare imprescindibile. C’è da dire che l’ex Psg è più giovane del primo Pogba bianconero, ma le doti sono indiscutibili. Quando ha campo è inarrestabile, mezzi tecnici importanti e un tiro dalla distanza che non lascia dubbi sulle sue qualità. Probabilmente Allegri ha in entrambi, gli uomini di qualità davanti che potrebbero dargli quel quid in più. Serve fiducia in Giovinco e coraggio per Coman, ma con due risorse così, il mercato può attendere il caldo di giugno.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *