Antonio Fioretto

Mercato Milan, la rivoluzione continua. Via anche Robinho?

Mercato Milan, la rivoluzione continua. Via anche Robinho?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo Thiago Silva e Ibrahimovic, un altro pezzo pregiato si prepara a lasciare i rossoneri. Che stagione dobbiamo aspettarci dalla banda di Allegri?

Robinho

MILANO, 15 LUGLIO – C’è poco da fare: il calcio, come la vita, è fatto di cicli. Ed è giusto che sia cosi, altrimenti questo sport non avrebbe il fascino e l’appeal di cui gode praticamente da un secolo. Siamo al 15 luglio, e sembra proprio essere terminato uno dei cicli più belli e vincenti del soccer nostrano, quello del Milan. Dopo la fine della passata stagione, tutti i senatori hanno abbandonato via Turati, per motivi di fine contratto o addirittura di fine carriera. Fin qui, tanta nostalgia ma consapevolezza del fatto che niente dura. Ora c’è un fuggi-fuggi generale, causato da sceicchi impazziti e da un direttore sportivo che ha decimato, da solo, il nostro campionato. A suon di milioni Ibra e Thiago si sono trasferiti a Parigi ed ora si prospetta un altro abbandono importante, quello di Robinho.

RITORNO ALLE ORIGINI  Il giocatore brasiliano è accostato da settimane al Santos, squadra che lo lanciò in gioventù. Potrebbe quindi trattarsi di un clamoroso ritorno nel campionato brasiliano. Poco importa che stavolta non sia Leonardo a strappare il si del giocatore; ciò che conta è il fatto che questa sorta di cambiamento rossonero sta sempre più prendendo la forma di una rivoluzione vera e propria. Addirittura, sarebbe a rischio anche il futuro di un altro asso del mazzo di Allegri, cioè Boateng. Il ghanese avrebbe chiesto un aumento, quasi un raddoppio, dell ‘ingaggio. Se a questo si aggiunge il forte interesse di Real e Manchester United, la situazione diventa preoccupante. Ad oggi comunque, è Robinho il più lontano da Milan.

FUTURO INCERTO La domanda a questo punto è d’obbligo. Questo Milan sarà protagonista? I rossoneri riusciranno a sostituire tutti i campioni ceduti? O dobbiamo attenderci una stagione, magari un paio anche, di rifondazione? Naturalmente nessuno è in grado di predire il futuro, ma attualmente l’ultima ipotesi è la più papabile. Molto probabilmente, il prossimo per Allegri e i suoi, sarà un anno di restyling. Si getteranno le fondamenta per riaprire un ciclo vincente, un pò seguendo lo stile Juve. Ciò naturalmente non precluderà l’arrivo di qualche top player, anche perchè altrimenti si scatenerebbe l’ira di Dio. I nomi più caldi sono Rolando per la difesa e il duo Dzeko – Tevez per l’attacco.

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *