Connect with us

Coppa Italia

Pazzo gol, il Milan vola ai quarti: 2-1 al Sassuolo

Pubblicato

|

Calciomercato: il Torino sta pensando a Giampaolo Pazzini per risolvere i suoi problemi offensivi

Il Milan batte 2-1 il Sassuolo e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia, dove affronterà la vincente del match tra Torino e Lazio, in programma domani sera. Successo meritato per gli uomini di Inzaghi, con i neroverdi emiliani che erano riusciti a pareggiare soltanto grazie ad un rigore dubbio assegnato dal direttore di gara per fallo di Zapata su Pavoletti e trasformato da Sansone.

PAZZO MILAN – Inzaghi rilancia Pazzini con El Shaarawy e Cerci, all’esordio in maglia rossonera dal 1′. Proprio l’ex granata e l’italo-egiziano sono i giocatori a rendersi maggiormente pericolosi, sfruttando la loro rapidità nell’accentrarsi e andare alla conclusione verso la porta di Pomini. Al 36′ grande chance per Pazzini, che servito da Bonaventura in profondità prova al sinistro, che si spegne di poco a lato. E’ il preludio al gol, che arriva due minuti più tardi: cross dalla destra di Cerci e in tuffo il ‘Pazzo’ gira in rete. I rossoneri sfiorano il raddoppio nel finale di prima frazione, con Cerci che nel cuore dell’area gira col mancino un cross basso di De Sciglio, ma la palla di stampa sul palo. I neroverdi riescono anche a pareggiare negli ultimi secondi, con il Milan che incassa un gol ancora una volta da calcio piazzato, ma per sua fortuna il direttore di gara annulla per fuorigioco di Vrsaljko.

RIPRESA SPUMEGGIANTE – Seconda frazione di gara combattuta e spettacolare. Al 50′ Pazzini sfiora la doppietta deviando di testa a botta sicura un cross di Abate, Pomini si supera e mette in corner. E’ ormai un duello personale tra l’attaccante del Milan e l’estremo difensore neroverde, al 61′ la storia si ripete. Tre minuti più tardi doccia gelata per Inzaghi e i suoi: contrasto Zapata-Pavoletti all’interno dell’area, l’arbitro concede il penalty tra le proteste degli avversari. Sansone spiazza Abbiati e fa 1-1. Il Milan si riversa in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio, e quando i tempi supplementari sembravano ormai inevitabili, De Jong fa esplodere San Siro: calcio piazzato, palla al centro per Poli che colpisce la traversa, l’olandese sulla ribattuta fulmina Pomini con un destro potente. Di Francesco inserisce Zaza e Berardi per l’assalto finale, ma non c’è più tempo, passano i rossoneri.

Ecco il tabellino della gara:

Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Alex, De Sciglio (1′ st Bonera); Poli, de Jong, Bonaventura; Cerci (37′ st Montolivo), Pazzini, El Shaarawy. A disp.: D. Lopez, Agazzi, Albertazzi, Saponara, Rami, Zaccardo, Essien, Mastour, Niang, Menez. All.: Inzaghi.

Sassuolo (4-3-3): Pomini; Vrsaljko, Cannavaro, Antei, Longhi; Biondini, Chibsah (43′ st Floro Flores), Missiroli; Pavoletti (40′ st Zaza), Floccari, Sansone (43′ st Berardi). A disp.: Polito, Consigli, Ariaudo, Bianco, Gazzola, Terranova, Magnanelli, Brighi. All.: Di Francesco

Arbitro: Tommasi

Marcatori: 38′ Pazzini (M), 19′ st rig. Sansone (S), 41′ st de Jong (M)

Ammoniti: Zapata, de Jong (M); Missiroli, Antei, Biondini, Cannavaro (S)

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending