Massimiliano Riverso
No Comments

Taarabt-Inter, questione di feeling. M’vila ago della bilancia

Taarabt-Inter, questione di feeling. M’vila ago della bilancia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Obiettivo centrocampista. Questo è il diktat imposto da Roberto Mancini alla triade nerazzurra per puntellare ulteriormente una rosa arricchita dagli arrivi di Podolski e Shaqiri. Zanetti è volato a Madrid, sponda Atletico, per convincere l’amico Diego Simeone a cedere il bel Mario Suarez, operazione resa ostica dal caso Cerci e dal fatto di aver soffiato ai colchoneros Shaqiri. Per Lucas Leiva c’è da registrare, invece, il sorpasso del Napoli e di Bigon, che da tempo aveva appuntato sul suo taccuino il nome del centrocampista brasiliano del Liverpool.
In attesa che la diaspora si concluda, l’Inter continua a lavorare alla luce del sole, come testimoniano le dichiarazioni di Adel Taarabt ai microfoni di TMW: “Sì, ci sono stati dei contatti. Loro si sono anche sincerati della mia condizione fisica, ma credo che ci siano di mezzo delle questioni che riguardano giocatori dell’Inter che piacciono al QPR. La situazione è complicata. Io posso solo dire che mi sono allenato molto, anche da solo visto che non gioco spesso. Sto bene e voglio lottare per qualcosa di importante“.
Nel caso in cui M’Vila attraversasse la Manica è molto probabile che il nord-africano faccia il percorso opposto, accasandosi questa volta sull’altra sponda dei Navigli.
Chiudiamo con una chicca che smentisce quanto dichiarato oggi dai giornali italiani su Mattia Destro. Sull’attaccante della Roma c’è solo e esclusivamente il Milan: tre milioni da limare per un colpo che Silvio Berlusconi in persona vuole a tutti i costi. Il sondaggio dell’Inter è (puramente) aria fritta.

@SportCafe24

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *