Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: ko Bulls e Toronto, Houston sorride

Sconfitte inaspettate per Chicago e Raptors contro Orlando e Detroit, mentre i Rockets superano i Nets. Nella notte Nba vince anche Boston sui Pelicans

Nba, i risultati della notte: ko Bulls e Toronto, Houston sorride
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Stop improvvisi per Chicago e Toronto, in una notte Nba che prevedeva solo 4 sfide nel suo programma. Unica big a uscire indenne dalla serata sono gli Houston Rockets, mentre New Orleans continua nella sua stagione altalenante cadendo a Boston per mano dei Celtics. Vediamo insieme tutte le partite Nba di questa nottata:

Brandon Jennings, Detroit Pistons

Brandon Jennings, Detroit Pistons

PISTONS E MAGIC, SCALPI IMPORTANTI – Se solo Detroit l’avesse saputo prima, avrebbe scaricato Josh Smith con molti mesi di anticipo. Altro successo importantissimo per i Pistons, capaci di uscire vittoriosi dall’intricata trasferta di Toronto. A dettare legge sul parquet è Brandon Jennings, capace di sfornare 34 punti e 10 assist, oltre alla rubata che a una manciata di secondi dalla fine impedisce a Lowry di tentare l’ultima disperata conclusione sulla sirena. I canadesi rimangono in partita (e in vantaggio) fino allo scatenarsi dell’ex Roma, che ribalta il match e consegna ai suoi la vittoria numero 14 in stagione (24 i Ko). Finisce 111-114 per i figli della 8mile, grazie anche al contributo di Monroe e Meeks, mentre ai padroni di casa non basta uno strepitoso Valanciunas (31 punti). Anche in Florida si festeggia una vittoria inaspettata, con gli Orlando Magic corsari in Illinois, contro dei Bulls irriconoscibili difensivamente. Thibodeau si dispera, mentre gli ospiti si godono i 66 punti  (equamente divisi) di Vucevic e Oladipo. Bene Gasol e Rose tra i padroni di casa, che escono sconfitti per 114-121 (peggior prestazione difensiva stagionale).

ALTALENA PELICANS, ROCKETS IN RAMPA – Pioggia di triple a Houston, dove i Rockets riescono a superare i Nets sfruttando a dovere la propria batteria di tiratori. In testa, as always, il barba James Harden, autore del solito trentello. Brooklyn nervosissima, a cominciare da Kevin Garnett, espulso per una lite con Howard, e aggrappata ai soli Smith e Johnson. Vita facile per i texani, che rilanciano col 99-113 finale le proprie ambizioni ad ovest. Continua infine la stagione da equilibristi dei Pelicans, vissuta sempre sul filo del pareggio tra vittorie e sconfitte. Nella lotteria di oggi esce la sconfitta, e la ruota è quella di Boston. I Celtics post Rondo stanno cercando di ritrovare una propria identità, mentre New Orleans continua ad essere dipendente dal monociglio di Davis. Finisce 108-100, nonostante gli ospiti siano stati avanti per lunghi tratti.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *