Fulvio Fontana
No Comments

Atletico Madrid: Mandzukic titolare, ma Torres cerca la rinascita

Mandzukic giocherà titolare, ma Torres con l'aiuto di Simeone proverà a rinascere tra le mure di casa

Atletico Madrid: Mandzukic titolare, ma Torres cerca la rinascita
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mandzukic c’è eccome se c’è. El Cholo Simeone lo ha scelto per sostituire uno dei fautori del miracolo Atletico dello scorso anno, lo straordinario Diego Costa, ed i numeri finora gli danno ragione: 25 presenze tra Liga e Coppa e 15 gol per il croato prelevato in estate dal Bayern di Guardiola che a suo dire non lo avrebbe gratificato a dovere. Con Griezmann formano una coppia che finora non ha tradito le aspettative di Simeone e ha consentito all’Atletico e al Cholo di vincere la prima sfida impossibile, quella di tenere il passo del duo delle meraviglie Real e Barcellona; ma Diego Simeone è uomo tosto, tenace, quanto mai astuto e non si ferma mai. Ed ecco la seconda sfida, il secondo azzardo: creare un’alternativa in attacco a Mandzukic ed immaginarla in chi se non proprio lui, l’eterno fanciullo Fernando Torres, cresciuto nell’Atletico, amato dai suoi tifosi, idolatrato in una presentazione ufficiale davanti a 50000 persone.

Mario Mandzukic rischia di perdere il posto dopo l'arrivo di Torres

Mario Mandzukic rischia di perdere il posto 

Quale allora la sfida? Dove l’azzardo? Dove il rischio? Puntare su Torres è scelta coraggiosa che può aver fatto solo un abile stratega, un tecnico lungimirante che non si limita a guardare i numeri o il rendimento di un giocatore negli ultimi anni ma che crede nella possibilità di una sua rinascita proprio nella casa, nell’ambiente che lo hanno visto crescere ed esplodere. Mandzukic è il presente, la certezza, Fernando Torres è la scommessa del figliol prodigo che ritrova l’energia e la spinta nel grembo materno in cui è nato; Simeone questo lo sa e gli dà a 30 anni un’ultima chance per poter riavvicinare quei livelli di rendimento che facevano dello spagnolo uno tra i 5 top player nel suo ruolo. Mandzukic ad oggi forse rientra in quella classifica, è tra i più ambiti attaccanti d’Europa, solo una squadra come il Bayern ha potuto permettersi di cederlo: è il prototipo dell’attaccante moderno, fisicità, grinta, tecnica sopraffina nonostante la mole, grande esplosività nelle gambe, ottimo di testa, grande senso della posizione, continuo nel rendimento, ecco proprio quello che negli ultimi anni ha fatto dire di Fernando Torres come di un giocatore involuto, declinante. Duello tra i due ora non può esserci, ma se Torres ritemprato dal senso di appartenenza, dal calore dei suoi tifosi e dalla stima del tecnico dovesse ritrovare l’entusiasmo e la consapevolezza dei suoi mezzi, insomma se Diego Simeone dovesse vincere la sua scommessa, tra qualche mese potremmo anche pensare ad un Torres non più e non solo alternativa di qualcuno.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *